In pubblicazione il 28 NOV 2015

"Sulle tracce dei ghiacciai in Karakorum": lo stato di salute dei Ghiacciai nel mondo

Pubblichiamo il primo di tre documentari tratto da Blue Planet Heart in occasione del COP21 di Parigi


Fonte Immagine: Blue Planet Heart

 

Ecco il primo di tre documentari realizzati da YouDoc che ci mostrano lo stato dei ghiacciai in tre punti del pianeta.

“Sulle tracce dei ghiacciai” è un progetto multidisciplinare dell’Associazione no profit Macromicro, che, avvalendosi di fotografi specializzati e di un apposito Comitato Scientifico internazionale, coniuga la comparazione fotografica e la ricerca scientifica al fine di analizzare gli effetti che i cambiamenti climatici stanno avendo sui più grandi ghiacciai montani della Terra. Scopo del progetto scientifico è evidenziare, partendo dalle immagini fotografiche storiche, le trasformazioni glaciologiche e ambientali avvenute in un secolo nel sistema terrestre più delicato e significativo, quello della criosfera. Vi è, infatti, ormai pieno accordo sia a livello scientifico sia a livello divulgativo che i ghiacciai rappresentino gli indicatori più sicuri e affidabili delle variazioni climatiche e ambientali di tipo globale, che il nostro pianeta sta vivendo da poco più di un secolo.

Esse si stanno concretizzando in un vero e proprio collasso delle masse glaciali presenti sulle catene montuose di tutto il mondo con effetti che non sono ancora del tutto immaginabili. Il progetto permetterà, quindi, unendo l’aspetto storico e documentaristico con quello dei rilievi di terreno e in laboratorio, di ottenere utili e talora uniche informazioni sulla dinamica glaciale recente in alcune aree campione, come il Karakorum, il Caucaso, l’Alaska, le Ande e le Alpi; tutto ciò permetterà in sintesi di determinare il bilancio di massa e il bilancio energetico, dei vari ghiacciai, cioè il loro “stato di salute”.
Coniugando in modo originale ed innovativo ricerca scientifica e fotografia, mezzo di facile ed ampia fruibilità, il progetto intende comunicare ad un vasto pubblico valori quali:
• lo sviluppo sostenibile e la salvaguardia delle risorse naturali, in particolare dell’acqua;
• il ruolo della ricerca scientifica per lo sviluppo della conoscenza;
• il recupero e la valorizzazione di un patrimonio storico culturale come gli archivi fotografici.


Le prime tre spedizioni del progetto svoltesi, rispettivamente, nel 2009 in Karakorum, nel 2011 in Caucaso e nel 2013 in Alaska hanno visto il pieno raggiungimento di tutti gli obiettivi prefissati, con notevoli benefici per tutti i partecipanti e per gli sponsor, sia in termini di dati raccolti che di visibilità altamente qualificata.

Il ducumentario e più informazioni le trovate QUI su Blue Planet Heart, che ringraziamo



Fonte Articolo: Blue Planet Heart

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica