In pubblicazione il 16 GEN 2018

Tartarughe marine, il 99% degli esemplari di Chelonia mydas è femmina

La colpa? Ovviamente dei cambiamenti climatici

 


Fonte Immagine: web
Il cambiamneto climatico mette lo zampino anche sulle tartarughe. Un disequilibrio come quello evidenziato sulla costa orientale del Queensland non era mai stato osservato prima. Qui si radunano oltre 200 mila femmine nidificanti, in uno dei più vasti aggregati di tartarughe verdi al mondo ed è stato scoperto che la quasi totalità delle tartarughe verdi, 99%, è composta da femmine. In questi rettili marini, il sesso del nascituro è deciso dalla temperatura di incubazione delle uova, che le madri nascondono in buche scavate nella sabbia. Nidi più caldi porteranno a un maggior numero di femmine; nidi più freschi, a più maschi - con la soglia ideale per garantire un equilibrio (50-50) fissata a 29,3 °C.
Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

26 MAG
Temperature sempre estive ma con instabilità in aumento al Nord e su parte del Centro a causa di infiltrazioni di correnti atlantiche
25 MAG
Durata, intensità, le regioni più roventi. Commento sintesi in 20 righe. Aggiornato al 25 maggio
25 MAG
Ecco che tempo è previsto sulle spiagge dal 26 - 30 Maggio 2018
23 MAG
Tra le regioni piu' calde, la Toscana, l'Emilia Romagna, il Lazio, la Lombardia e la Sardegna
25 MAG
Valori eccezionali anche per il mese di Luglio
25 MAG
Quello di quest’anno in molte regioni d’Europa è stato l’aprile più caldo di sempre, oltre a risultare, per tante nazioni, anche insolitamente asciutto
24 MAG
700 mila persone sono state colpite dalle inondazioni, 25 le vittime