In pubblicazione il 9 NOV 2015

Zone costiere non più abitabili nel futuro per mezzo miliardo di persone?

Colpa dell'innalzamento del livello dei mari


Fonte Immagine: cdn.isciencetimes.com

 

Il riscaldamento inarrestabile del pianeta (Global Warming) ha fatto salire e farà ancor più salire il livello dei mari per due motivi: da una parte la fusione dei ghiacci della terraferma del circolo polare e la fusione dei ghiacciai montani (vedi le Alpi); dall'altra l'aumento di temperatura nelle acque superficiali degli oceani ne provoca una dilatazione con conseguente aumento di volume e quindi innalzamento del livello del mare. 
Secondo un rapporto pubblicato su Climate Centra, tale innalzamento, qualora il Global warming raggiunga i + 2 °C, metterà a rischio l'abitabilità delle zone costiere più basse del pianista, ove attualmente vivono tra 470 e 760 milioni di persone.
Il Rapporto  si basa su un articolo pubblicato il mese scorso negli  Atti della National Cademmo of Science degli Stati Uniti, 
Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

19 SET
Nella nuova settimana si volterà pagina, la lunga fase settembrina verrà archiviata
19 SET
Vortice mediterraneo porterà intense precipitazioni
Pressione all quota media di 5500m domneivca 23
18 SET
Un ultimo fine settimana con temperature fino a 30 gradi
satellite ore 10.50 di martedì
18 SET
Una perturbazione Nord africana in arrivo martedì 18 settembre
18 SET
Un nuovo studio raddoppia le morti provocate dallo smog
17 SET
Mete turistiche più appetibili dal punto di vista climatico
Radar meteo Protezione Civile ore 16.40
14 SET
Temporali sparsi, temperature per lo più sotto 30 gradi