In pubblicazione il 9 NOV 2015

Zone costiere non più abitabili nel futuro per mezzo miliardo di persone?

Colpa dell'innalzamento del livello dei mari


Fonte Immagine: cdn.isciencetimes.com

 


Il riscaldamento inarrestabile del pianeta (Global Warming) ha fatto salire e farà ancor più salire il livello dei mari per due motivi: da una parte la fusione dei ghiacci della terraferma del circolo polare e la fusione dei ghiacciai montani (vedi le Alpi); dall'altra l'aumento di temperatura nelle acque superficiali degli oceani ne provoca una dilatazione con conseguente aumento di volume e quindi innalzamento del livello del mare. 
Secondo un rapporto pubblicato su Climate Centra, tale innalzamento, qualora il Global warming raggiunga i + 2 °C, metterà a rischio l'abitabilità delle zone costiere più basse del pianista, ove attualmente vivono tra 470 e 760 milioni di persone.
Il Rapporto  si basa su un articolo pubblicato il mese scorso negli  Atti della National Cademmo of Science degli Stati Uniti, 


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

Temperature a 1500m alle ore 13.00 del 23 febbraio
21 FEB
Fugace ritorno dell’inverno al Centrosud, 
21 FEB
La giornata di venerdì si mostrerà assolutamente primaverile con picchi fino a 20 gradi. Più freddo ovunque nel fine settimana
20 FEB
Ancora molti giorni in ostaggio di un possente dell’anticiclone
20 FEB
L'aeroporto era già stato chiuso in parte questa mattina
19 FEB
La situazione peggiorerà nei prosismi 2 giorni
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese