In pubblicazione il 26 OTT 2018

Acqua alta in arrivo a Venezia, possibile evento eccezionale lunedì/martedì

Ecco il comunicato


Fonte Immagine: web

 

Il forte maltempo che interesserà la nostra Penisola tra sabato 27 e martedì 30 Ottobre riporterà il fenomeno dell'acqua alta a Venezia a causa dell'attivazione di correnti di Scirocco. Nella giornata di sabato è previsto un picco di 105 cm alle ore 12.30 mentre nella giornata di domenica alle ore 12.05 si potrebbero toccare i 115 cm.

Il gruppo di lavoro Cnr, Ispra e Cpsm sottolinea come il livello mareale in città dipenderà dalla coincidenza tra alta marea e contributo meteorologico. «Tutto ciò preannuncia la possibilità di raggiungere livelli anche eccezionali. L'incertezza della previsione andrà via via diminuendo con l’approssimarsi della perturbazione. L'incognita principale nella previsione di questo evento - ricordano  - non è solo l'esatta intensità del vento - su cui, ad oggi, tutte le previsioni sembrano concordare - ma soprattutto l'ora in cui questo guadagnerà la massima spinta. Il momento in cui si verificherà il massimo contributo del vento determinerà un episodio più o meno intenso che potrebbe avere anche caratteristiche eccezionali».“


Tra lunedì e martedì, infatti, la situazione potrebbe peggiorare ulteriormente con picchi di marea anche superiori ai 125 cm!

La marea che supera a Venezia la soglia di attenzione di +80 cm viene comunemente indicata come "acqua alta"; a questa quota sorgono problemi di trasporto e di viabilità pedonale nei punti più bassi della città (Piazza San Marco). Quando la marea supera i 100 cm (5% del suolo pubblico allagato), il fenomeno inizia ad interessare tratti più consistenti dei percorsi cittadini. A quota +110 cm, circa il 12% della città è interessata dagli allagamenti. Quando invece si raggiungono i +140 cm, viene allagato il 59% della città.



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

23 MAG
Un'evoluzione su tre principali fasi: il weekend sarà di nuovo instabile
22 MAG
Insiste un po' di instabilità che nelle prossime ore favorirà ancora la formazione di improvvisi temporali in alcune zone d'Italia
21 MAG
Timida comparsa dell’anticiclone Nord africano al Nord
23 MAG
Ancora molti temporali, anche di forte intensità
22 MAG
Sisma avvertito tra piacentino e parmense
22 MAG
Imponente frana a causa delle continue precipitazioni