In pubblicazione il 11 APR 2018

Continua a tremare la terra nel Centro Italia

Diversi i danni della scossa di ieri, trema la terra anche in Toscana e Calabria


Fonte Immagine: web
La zona del Parco Nazionale dei Monti Sibillini nel Centro Italia è un gioiello, un'oasi di pace, fino a qualche tempo fa. Negli ultimi anni questo è diventato l'epicentro di terremoti distruttivi che sembravano essere passati ma nelle ultime settimane la paura è tornata. Lo sciame sismico è ripreso e dopo la forte scossa di magnitudo 4.6 delle 5.11 di martedì 10 Aprile si sono registrate moltissime repliche tra cui 3 di magnitudo 3, l'ultima questa notte alle ore 2.00 sempre con epicentro nei pressi di Muccia e Pieve Torina. La scossa di ieri a Muccia ha lesionato il piccolo campanile della Chiesa del '600 Santa Maria di Varano. Tra Muccia e Pieve Torina sono caduti alcuni pensili all'interno delle casette Sae (soluzioni abitative d'emergenza ndr) ed è crollato anche un muretto di contenimento. La notizia è confermata dai Comuni interessati e dalla Regione Marche. A Muccia su 920 abitanti, 550 sono sistemati nelle Sae, 120-130 persone sono in case agibili e il resto è in sistemazione autonoma o da parenti. Alle 6.41 da segnalare anche una scossa di magnitudo 3.3 in Toscana in provincia di Grosseto e Pisa nei pressi di Monterotondo Marittimo, Castelnuovo di Val di Cecina e Monteverdi Marittimo ed un'altra di magnitudo 3.7 in mare a sud di Reggio Calabria.




Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

6 MAR
Un’altra perturbazione raggiungerà l’Italia e causerà un nuovo peggioramento del tempo su numerose regioni
6 MAR
La perturbazione giunta dal Nord Europa sta facendo sentire i suoi effetti su molte zone del Paese
5 MAR
Le correnti fredde che scivoleranno sulla nostra Penisola favoriranno il temporaneo ritorno a condizioni meteo più invernali
5 MAR
L'alta pressione scalzata da tre perturbazioni cederà il posto a episodi di maggiore instabilità in Emilia-Romagna, anche nella nuova settimana
3 MAR
Nuovi dati mostrano, su scala planetaria, un innalzamento del livello dei mari pari a quello descritto dagli scenari peggiori
2 MAR
Evacuazioni da parte delle autorità locali
1 MAR
Vapore acqueo, ossigeno e quindi la vita, impossibili senza l'aiuto dei vulcani