Fonte Immagine: 
TWITTER/EdJoyce
Assenza di piogge e venti asciutti stanno favorendo furiosi incendi che hanno già provocato ingenti danni e numerose vittime

Nel nord della California infuriano ancora numerosi incendi fuori controllo, e il conto di vittime e danni purtroppo continua a salire: già 17 le persone che hanno perso la vita, mentre si stima che i costi di questa catastrofe naturale ammontino a diverse decine di miliardi di dollari, di cui almeno 50 solo per il settore vinicolo, con i pregiati vigneti della Napa Valley in gran parte andati in fumo. Al momento sono 17 i grandi incendi ancora fuori controllo nel nord dello stato, favoriti soprattutto da mesi di clima asciutto, che ha preparato il terreno, e da intensi e secchi venti che, provenienti dalle montagne, ora stanno alimentando le fiamme.

I due incendi più grandi, il Tubbs Fire nella Contea di Sonoma e l'Atlas Peak Fire nella Contea di Napa, hanno già incenerito rispettivamente 28 000 e 26 000 acri di area boschiva e di fitti e pregiati vigneti, e rimangono entrambi pressochè totalmnete fuori controllo, nonostante il grande e costante sforzo di tutti gli uomini e i mezzi impiegati a fronteggiare l'emergenza. L'ondata di incendi che sta devastando le regioni settentrionali appare del resto davvero senza precedenti, scatenata da una mix micidiale di eventi, dalla grande siccità degli ultimi mesi ai venti sostenuti degli ultimi giorni, e solo il Cedar Fire che nel 2003 devastò la Contea di San Diego fece danni e vittime paragonabili a quelli degli utlimi giorni.

 

Fonte Articolo: 
Col. Mario Giuliacci