In pubblicazione il 16 MAG 2016

L'Epico incendio a Fort McMurray in Canada ai primi di maggio

Favorito anche dal clima dei mesi precedenti


Fonte Immagine: NOAA

 

La città canadese di Fort McMurray, nel bel mezzo di sabbie bituminose di Athabasca a Nord dell'Alberta (giacimenti di petrolio), si è trovato l'epicentro di un enorme incendio. Le fiamme  dell'incendio hanno causato l'evacuazione completa della città (popolazione: 80.000). Il video dell'evacuazione è terrificante (vedi qui ), con persone  che fuggono con le loro auto attraverso un paesaggio di fuoco come braci ardenti  che cadevano dal cielo. 

Figura di copertina: Un incendio spaventoso  infuria  Mercoledì sera, 4 maggio 2016, nei pressi di Anzac, Alberta, una frazione a 48 km a sud ovest di Fort McMurray. L'area della comunità circostante è stata evacuata. Dichiarato lo stato di emergenza nella Municipalità Regionale di Wood Buffalo. Credit: Chris Schwarz/Government of Alberta via Creativ

Il 10 maggio il fuoco aveva bruciato intorno a 565.000 acri (circa 880 miglia quadrate, o 2.300 chilometri quadrati), che è circa l'85% delle dimensioni della superficie di Rhode Island. Tutto è iniziato  il 1 ° maggio, quando un piccolo fuoco di origine sconosciuta si è sviluppato a sud della città. Entro il 3 maggio, sono state ordinate le evacuazioni. Tra  4 maggio e il  5 maggio  l'area incendiata  è passata da 18.500 acri a 210.000 acri.

Secondo la Reuters , la Bank of Montreal ha stimato perdite assicurative fino a $ 9000000000 canadese ($ 7 miliardi di dollari), rendendo questo evento il più costoso nella storia del Canada.  Gli effetti dell'incendio si sono estesi al di là del Nord Alberta e i venti hanno trasportato il  fumo in tutto il Canada e anche negli Stati Uniti.  

Fig. 2 - Immagine satellitare del 6 maggio 2016, del Canada occidentale. Fumo dalla vasta macchia d'olio Fort McMurray  si sposta verso sud-est in alto a destra dell'immagine. Immagine satellitare Suomi NPP dal NOAA View.


Come è potuto accadere?

Come si può immaginare, molte condizioni nell'atmosfera e nel suolo hanno contribuito insieme per produrre un incendio così enorme.  In primo luogo, le condizioni più siccitose della media  della scorsa estate, le quali hanno lasciato grandi quantità di legname secco come combustibile pronto a prendere fuoco. In secondo luogo, le precipitazioni nevose al di sotto della media in inverno hanno portato un precoce scioglimento primaverile della neve e un rapido aumento delle temperature.   Infatti, le temperature a Fort McMurray  il 3 e 4 maggio hanno raggiunto circa 26-27 °C, valori  di solito  presenti solo nelle giornate estive in luglio e agosto, con la complicità di un anticiclone di Blocco presente sul Nord del Canada

 

 



Fonte Articolo: Tom Di Liberto NOAA

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica