In pubblicazione il 13 LUG 2015

In Messico si teme una forte eruzione del Vulcano Colima

Si teme una forte eruzione del Vulcano più attivo del Messico. Evacuate tutte le persone ad un raggio di 12 chilometri


Fonte Immagine: Web

 


In Messico torna ad "agitarsi" il più attivo vulcano del paese, il Colima. Centinaia di persone sono state evacuate dai villaggi attorno al vulcano Colima, in un raggio di 12 chilometri, nella parte occidentale del Messico, e il vicino aeroporto è stato chiuso per timore di una importante eruzione. Lo riporta la Bbc online dopo l'intensificazione della sua attività da giovedì scorso con esplosioni e colonne di ceneri alte fino a 2,8 km. Secondo gli esperti l'attività del vulcano mostra caratteristiche simili a quelle precedenti a una grande eruzione avvenuta nel 1923. Il coordinatore della Protezione civile, Luis Felipe Puente, ha dichiarato che tutte le persone a rischio sono state evacuate ma stiamo parlando di circa 800 persone, molto poche a causa della bassa densità di popolazione nei paraggi. Il Volcán de Colima (3.860 m s.l.m.) è il più attivo vulcano del Messico e dista solo 5 km dal più vecchio e inattivo Nevado de Colima (4330 m s.l.m.). Si trova quasi al limite occidentale della Fascia Vulcanica Trasversale, di cui fa parte. È uno stratovulcano ed ha eruttato più di 40 volte dal 1576 ad oggi. Le eruzioni di maggiore intensità si sono avute nel 1585, 1606, 1622, 1690, 1818, 1890, 1903; la più violenta è stata quella del 1913 e le più recenti quelle del 1999 e del 2005 (in marzo, maggio e il 5 e 6 giugno 2005), quando la colonna eruttiva raggiunse i 4,5 e i 9 km in altezza, il flusso piroclastico raggiunse i 4 km di distanza dal cratere e le bombe di lava atterrarrono a 3/4 km di distanza. L'indice di esplosività vulcanica non superò il VEI 3. La cenere emessa raggiunse distanze fino a 100 km. Caratteristica della sua attività recente è l'emissione di lava viscosa e la formazione di duomi di lava. Il cratere ha raggiunto una profondità di 60 m.


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

17 GEN
Diverse saccature fredde raggiungeranno il Mediterraneo. Ci aspetta un periodo molto dinamico
16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
17 GEN
Continua un'estate molto rovente in Australia
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola