In pubblicazione il 18 DIC 2015

Smog in Cina: nuovo allarme rosso per il fine settimana

A Pechino è previsto un livello 500 su una scala che già considera molto nocivo il livello 200


Fonte Immagine: PubliDomainPictures

 

La Cina ha oggi messo in allarme gli abitanti di molte regioni del Paese perché in questo fine settimana  si teme un'ondata di smog più soffocante di quello record già in atto. La città più  a rischio sarà Pechino ove è stato già emesso il secondo allarme rosso

Secondo il Centro Meteorologico Nazionale la cappa di temibile smog si estenderebbe da Xian fino a  una parte della Cina centrale, a Pechino, Shenyang e Harbin.

L'inquinamento è così forte tanto dovrebbe ridurre la visibilità su tali aree a meno di 1 km con un indice di inquinamento previsto intorno  500 unità a Pechino


Un allarme rosso viene attivato quando il governo ritiene la qualità dell'aria supererà un livello di 200 su un indice di qualità dell'aria che misura i vari inquinanti per almeno tre giorni. Il governo degli Stati Uniti considera un livello di oltre 200 "molto insalubre".

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica