In pubblicazione il 21 AGO 2015

Tifone Atsani nel Pacifico spiato dallo spazio

Il radar di un satellite ha scrutato la sua struttura interna


Fonte Immagine: NASA

 

Mentre è stata una stagione tranquilla  per gli uragani nel bacino Atlantico,invece  il Pacifico occidentale del Nord ha sfornato  tifoni  a cadenza quasi settimanale.  Uno dei più recenti di è stato il tifone Atsani che ha raggiunto lo  status di tifone eccellente (equivalente di una categoria 4 o 5 tempesta) all'inizio di questa settimana  a nord est di Guam e Saipan.
Atsani è il dodicesimo tifone e la sesta super-tifone dell'anno nella zona occidentale del Pacifico del Nord. Mentre la tempesta probabilmente curverà verso  nord-est nei prossimi giorni, rimane però l' interesse per gli scienziati atmosferici che studiano il funzionamento interno di tifoni.
Poco prima  che Atsani diventasse  un tifone eccellente il 19 agosto 2015, il satellite CloudSat passò vicino al suo occhio e ha usato il radar-cloud penetrante per raccogliere informazioni sulla struttura all'interno del tifone. I dati Cloudsat (vedi figura) sono una sezione trasversale che mostra ciò che la tempesta potrebbe apparire come se fosse stata tagliata in prossimità del centro e vista dal lato. L'immagine in alto è quella  osservata lo stesso giorno dal Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer (MODIS) sul  satelite Aqua.  La linea rossa è la traccia da nord a sud che CloudSat ha assunto la tempesta. 
 Nei dati Cloudsat, il blues più scuri rappresentano le aree in cui le nuvole e gocce di pioggia riflettevano il segnale più forte verso il  radar satellitare. Queste aree hanno avuto la precipitazione più pesante e più grandi gocce d'acqua. La linea blu orizzontale attraverso i dati è la linea di congelamento; particelle di ghiaccio  si formano sopra di essa, gocce di pioggia di sotto di essa. Le  nuvole di Atsani  hanno raggiunto circa 16 chilometri (10 miglia)  di altitudine al loro punto più alto.Quando CloudSat ripreso la tempesta, venti sostenuti massimi di Atsani erano circa 150 miglia (240 chilometri) all'ora.
Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

Flessione termica attesa nella giornata di lunedì
20 SET
Temperature anomale continuano ad interessare la Penisola, ma da lunedì cambierà tutto
19 SET
Nella nuova settimana si volterà pagina, la lunga fase settembrina verrà archiviata
19 SET
Vortice mediterraneo porterà intense precipitazioni
Pressione all quota media di 5500m domneivca 23
18 SET
Un ultimo fine settimana con temperature fino a 30 gradi
20 SET
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
18 SET
Un nuovo studio raddoppia le morti provocate dallo smog