In pubblicazione il 30 NOV 2018

Trentino Alto Adige, è allarme: 4000 aree a potenziale rischio valanghe

Dopo la tremenda ondata di maltempo di fine ottobre


Fonte Immagine: Michael Malaguti

 

La fortissima ondata di maltempo che ha colpito il Nord Est a fine Ottobre ha provocato danni pesantissimi a causa delle violentissime raffiche di vento tra Veneto e Trentino Alto Adige. I dati che sono emersi dall’incontro convocato dal dirigente generale del Dipartimento Protezione civile, Stefano De Vigili, per una verifica della situazione sul fronte delle valanghe a seguito degli schianti di alberi che si sono verificati dopo il Maltempo di fine ottobre sono molto preoccupanti. 

A causa delle migliaia di piante divelte dal vento attualmente in Trentino ci sarebbero 3.950 aree di potenziale distacco di valanghe, 1.250 delle quali considerate significative. Un’area complessiva di 4.900 ettari, che gli esperti dovranno ora verificare puntualmente.


Gli ultimi dati parlano di 2.800.000 metri cubi di alberi caduti, le zone piu’ colpite sono le valli di Fiemme e Fassa, ma anche Valsugana e Tesino, Primiero Alta Valsugana, pinetano, il territorio degli Altipiani. Fenomeni rilevanti si sono avuti anche a Folgaria, Terragnolo, in Val di Ledro, in Rendena e Giudicarie. 



Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

16 DIC
Temporali in arrivo domani al Centro-Sud, in particolare sul basso Tirreno e sostenuta ventilazione in rinforzo
16 DIC
Le perturbazioni atlantiche si alterneranno all’anticiclone. Giornate a tratti soleggiate ma anche fenomeni abbondanti
16 DIC
Prime nevicate in pianura su Piemonte e Lombardia, trasferimento dei fenomeni sulle nord orientali e regioni centrali
14 DIC
Coinvolte anche le regioni occidentali. Fenomeno probabile su Piemonte, Lombardia, Emilia e Veneto
12 DIC
Valori molto bassi anche sull'Appennino centrale
9 DIC
Netta differenza termica, ecco perchè