In pubblicazione il 9 LUG 2015

Uno dei TORNADO più forti e distruttivi: abitazioni rase al suolo, 2 morti

Evento con pochi precedenti: questa volta il Tornado ha colpito una zona popolata ed i danni sono incalcolabili. Ci sono anche due morti


Fonte Immagine: Immagine Vigili del Fuoco

 


Tanti Tornado, avvenuti negli anni recenti in Italia (soprattutto negli ultimi anni), hanno fatto parlare di se per lo spettacolo che offrono con la loro forma, sicuramente affascinante ma paurosi, ma spesso provocano molti danni ma poco estesi perchè colpiscono aree di campagna poco popolate. Ciò non è avvenuto ieri quando la traiettoria del Tornado ha incrociato una zona popolata distruggendola. Stiamo parlando della zona di Dolo-Sambruson, provincia di Venezia. Siamo vicini a Padova e Venezia. Le immagini parlano chiario: siamo di fronte ad uno dei disastri da Tornado più grandi della recente storia in Italia. Ancora è presto per dare dati definitivi ma sembrerebbe che il Tornado abbia avuto una forza EF3 su una scala da 0 a 5, cioè con raffiche fino a 266 km/h! Alberi divelti, auto sollevate e ribaltate, muri sbriciolati, tetti scoperchiati: il bilancio dei danni è al momento incalcolabile. E ci sono anche due morti e una ventina di feriti. A giudicare dalle immagini il bilancio poteva essere molto ma molto più pesante. Ricordiamo che se doveste mai assistere ad un evento del genere dovete andare a ripararvi subito nella stanza più centrale della casa, più lontano possibile dal vetri e nel piano inferiore. Ringraziamo per le immagini i Vigili del Fuoco, Cesare Musatti e Fulvio Lorenzon


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
17 NOV
Si prevedono forti nevicate su vaste aree del sud-est asiatico e parte dell'Europa orientale
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo