In pubblicazione il 6 GIU 2017

Violenti temporali soprattutto in alcune regioni de Nord

E' stato un martedì caratterizzato da rovesci e temporali, intensi soprattutto in alcune regioni ove si sono sfiorati accumuli di 100 mm


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

Le fresche correnti atlantiche oggi (martedì) hanno innescato numerosi temporali, soprattutto al Nord, e in alcune zone le piogge sono state anche intense e accompagnate dalla grandine. Tra le aree in cui i temporali hanno colpito con maggior violenza spiccano l'Alta Lombardia e il Friuli: in particolare in Friuli sono stati superati diffusamente i 50 millimetri e inprovincia di Udine si sono sfiorati anche i 100 millimetri. Anche in Lombardia non sono mancati i fenomeni intensi, con gli acquazozni più violenti nell'area del Lago di Como, ma un violento temporale accompagnato da grandine nel primo pomeriggio ha colpito anche Milano.


Al Centrosud i fenomeni si sono presentati meno diffusi e in generale meno intensi, con qualche eccezione: non sono mancati infatti alcuni temporali decisamente intensi nelle zone interne della Toscana, tra le province di Arezzo e Siena, e più giù anche nelle zone interne dell'Abruzzo, con la stessa città de L'Aquila che ha dovuto fare i conti con forti rovesci di pioggia capaci di scaricare sulla città quasi 50 mm d'acqua. Al Sud invece i temporali più intensi si sono osservati in Puglia, e in particolare nell'entroterra barese.




Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 GEN
Secondo le proiezioni del 14/15 gennaio neve certa, ma per quelle odierne neve quasi no
16 GEN
Italia a metà strada tra due lobi opposti. Ecco le sorti a breve.
15 GEN
Italia nel mezzo di...due lobi opposti! Vediamo quando e che effetti avrà su di noi.
15 GEN
Le proiezioni a lungo termine suggeriscono la data per il possibile ritorno della neve sulle regioni settentrionali
19 DIC
Quante volte nel passato
18 DIC
Da dove deriva questo noto detto
18 DIC
Forte scossa di terremoto avvertita nella tarda mattina di oggi in Lombardia, con epicentro nella Bergamasca
13 DIC
Autentica devastazione. Una giornata terribile.