In pubblicazione il 22 AGO 2015

Australia: uccisi oltre 600 squali per "proteggere le spiagge"

Ma servira' a proteggere le spiagge? O si faranno gravi danni alla specie?


Fonte Immagine: web

 


Dal Luglio 2014 al giugno 2015 sono stati catturati ed uccisi oltre 600 squali nelle acque dello Stato australiano del Queensland. L'obiettivo non è un vero e proprio "abbattimento" di squali, ha spiegato il ministro della pesca locale, perché non è concepito per diminuirne la popolazione locale, ma è unicamente pensato per "cacciare gli squali che sono in prossimità di spiagge frequentate" ha dichiarato. Quindi sarebbe la protezione delle spiagge la causa di questa uccisione di massa. Dei 621 squali uccisi 251 erano squali tigre, 173 squali balena, 111 squali toro e 8 grandi squali bianchi. Una scienziata dell'Università del Queensland però afferma che gli impatti a lungo termine di questi programmi non possono essere previsti. "Dobbiamo essere attenti ai numeri degli squali cacciati". "Quello che possiamo fare è stimare l'attuale numero di squali nelle acque australiane, ma ci vorranno anni prima di sapere se le popolazioni subiranno un aumento o una diminuzione", "la nostra ricerca aiuterà a determinare se il recente aumento degli attacchi di squali in Australia è dovuto ad un aumento del numero di questi predatori o a un incremento dell'interazione umana" afferma.


Fonte Articolo: Ansa

ULTIMI ARTICOLI

22 FEB
Dal caldo del freddo e poi dal freddo al caldo. Attenti ai raffreddori
22 FEB
Un vero e propio tracollo termico quello che ci attenderà nel fine settimana proiettandoci nell’Inverno più classico sopratutto al sud
Temperature a 1500m alle ore 13.00 del 23 febbraio
21 FEB
Fugace ritorno dell’inverno al Centrosud, 
20 FEB
L'aeroporto era già stato chiuso in parte questa mattina
19 FEB
La situazione peggiorerà nei prosismi 2 giorni
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese