In pubblicazione il 1 LUG 2016

Caldo africano nemico delle piante in giardino. Ecco qualche consiglio!

Periodo difficile a causa del caldo intenso: ecco come proteggere le piante in giardino


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 


Ci dedicate tempo da fine inverno, in primavera le avete protette dalle gelate tardive, ad inizio estate le avete viste splendere e fiorire... poi arriva il caldo intenso e si rischia di farle ingiallire o morire, nella peggiore delle ipotesi. Grazie al portale focus.it possiamo vedere alcuni suggerimenti per prolungare la vita del verde metropolitano anche in agosto. -Bagnare solo lo strato superficiale di terra, con queste temperature, non è sufficiente. L'acqua tenderà ad evaporare prima di raggiungere le radici, sepolte in fondo al vaso. Per avere la certezza che l'intera pianta sia stata irrigata, continuate a innaffiare finché non vedete l'acqua scorrere dai fori del suo recipiente. Ogni tanto, concedete alle vostre piante una doccia completa nella vasca del bagno, avendo cura di regolare la potenza del getto. In questo modo anche le foglie riceveranno la giusta dose di umidità e diventeranno più verdi e brillanti. -Foglie secche, pezzetti di corteccia e altri residui vegetali, se appoggiati sullo strato superiore di terra bagnata, aiuteranno a trattenere l'umidità nel vaso mantenendo bagnate le radici. Un sacchetto di corteccia si trova in tutti i centri di giardinaggio, altrimenti, meglio ancora, utilizzate a questo scopo residui di foglie secche tagliate da altre piante, o trucioli di legno riciclati da altre attività. -Soprattutto se non possedete un impianto di irrigazione, i sottovasi possono risultare preziosi alleati contro la siccità. Vanno benissimo per le piante da fiore, che hanno bisogno di costanti innaffiature, o se dovete assentarvi per qualche giorno. Lasciate un paio di dita d'acqua in questi contenitori e la pianta provvederà ad assorbirla quando ne avrà bisogno. Unico inconveniente? L'acqua stagnante può attirare le zanzare -Scegliete vasi di plastica o di ceramica: saranno anche meno belli da vedere di quelli in terracotta, ma tratterranno meglio l'acqua. Al contrario i recipienti in cotto, naturalmente porosi, lasciano scivolare via l'acqua prima che la pianta abbia il tempo di assorbirla. Nei momenti più caldi della giornata ricordatevi di spostare i vasi all'ombra o di riporli sotto a un tenda: cambiare troppo spesso posizione a una pianta non le consente di adeguarsi alle condizioni di luce del suo habitat. -Il mattino presto e la sera tardi sono i momenti più adatti per irrigare. Non innaffiare le piante con il sole: l'acqua fredda diventa subito bollente e protebbe bruciarle. -Durante l'estate come nel resto dell'anno non ne andrebbe sprecata neanche una goccia. Approfittate dei temporali per raccogliere l'acqua piovana in grandi contenitori di plastica: sarà perfetta per irrigare. Sfruttate anche gli scarti idrici "puliti" di casa: l'acqua di cottura della pasta, fatta raffreddare, sarà molto apprezzata dal vostro verde di casa -Una corretta fertilizzazione del suolo richiede molta acqua, e quando il termometro schizza sopra i 30 °C non è particolarmente utile. Le vostre piante a questa temperatura rallenteranno naturalmente la produzione di fiori e frutti per risparmiare risorse idriche -Se dovete assentarvi per qualche giorno lasciate uno spiraglio di luce, come per esempio una tapparella alzata di qualche centimetro, per le piante rimaste in casa. Ricavate un angolo all'ombra per quelle da esterno, e in mancanza di impianti di irrigazione riempite d'acqua alcune bottiglie di plastica vuote, lasciandole conficcate nel terriccio a testa in giù. La pianta assorbirà l'acqua gradualmente, "bevendo" dalla bottiglia in base alle sue necessità. Se la vostra vacanza va per le lunghe, lasciate le chiavi di casa a un parente o a un vicino, chiedendogli di bagnare le piante di tanto in tanto.


Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
17 NOV
Si prevedono forti nevicate su vaste aree del sud-est asiatico e parte dell'Europa orientale
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo