In pubblicazione il 8 LUG 2015

Caldo estivo: tutte, ma proprio tutte, le buone regole per proteggersi dal sole

Nella difesa dai raggi del sole estivo ci si preoccupa in genere solo dell'abbigliamento e delle creme, trascurando tanti altri importanti fattori...


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

  • Non esporsi nelle ore più calde (tra le 11,30 e le 16,00), anche se abbiamo raggiunto già una discreta abbronzatura, e affrontare il sole gradualmente, 5-10 minuti in più ogni giorno

  • Scegliere prodotti solari con protezione adatta al proprio fototipo, spalmarsi il prodotto mezz’ora prima di esporsi, rinnovando spesso l’applicazione (d’obbligo dopo un bagno o una sudata)

  • Fare uso dei filtri solari anche se il cielo è coperto o siamo al fresco sotto l’ombrellone: gli UV attraversano comunque anche le stoffe e quelli riflessi dalla sabbia sono comunque pericolosi

  • Proteggere con fattori elevati le zone sporgenti e quelle che durante l’anno non vedono mai il sole (seni, glutei, ventre) e dopo l’esposizione reidratare sempre la pelle con un buon doposole

  • Coprire sempre il capo con un cappello per evitare il colpo di sole; difendere i capelli con prodotti appositi e gli occhi conocchiali da sole che siano certificati contro i raggi UV

  • Non fidarsi mai di strani impacchi e misture che dovrebbero assicurare un’abbronzatura strepitosa!

  • Se si stanno assumendo farmaci, come antibiotici, antistaminici, antinfiammatori, pillola anticoncezionale ecc., sentire prima il parere del medico; evitare profumi e cosmetici prima di mettersi al sole

  • Non sottovalutare le esposizioni di breve durata (ad esempio durante un fine settimana in montagna) o il sole di inizio estate

  • Preparare la pelle circa un mese prima della vacanza, con un ciclo di pillole a base di composti antiossidanti, a base di betacarotene, vitamine C e E, metionina, glutatione ( ovviamente sotto il controllo di un dietologo)

  • Ricordate che in montagna la concentrazione di raggi UVB è maggiore per la maggiore altitudine e per l’effetto riflessione da parte della neve

  • Proteggere la pelle anche in città, quando, per lo shopping o per una semplice passeggiata, restate all’aperto abbastanza a lungo, perché, per quanto attenuati, i raggi ultravioletti in estate sono intensi anche in pianura

  • durante l’esposizione bere spesso acqua, perché il sole disidrata in profondità il corpo

  • Gli “over 60” debbono bere anche se non sentono sete perché lo stimolo della sete tende ad appannarsi con l’età

  • Asciugarsi bene dopo il bagno perché l’effetto lente delle gocce d’acquafavorisce i colpi di sole.

     


    Qualche consiglio anche per i bambini:

     

  • I neonati fino ai 6-7 mesi di età non dovrebbero mai essere esposti alla luce solare diretta

  • limitare al massimo l’esposizione al sole almeno fino a quando i bambini non abbiano superato i 2-3 anni

  • Usare una crema protettiva anche in primavera e autunno

  • da metà giugno a metà settembre esporli al sole al più fino alle 11 del mattino e dalle 5 del pomeriggio in poi

  • usare per la loro pelle immatura creme resistenti all’acqua (“waterproof”) e con un alto indice di protezione, mai inferiore a 10

  • < >

    Proteggerli anche dal sole di città

  • Tenete nella borsa da spiaggia acqua e soprattutto succhi di frutta, per combattere la disidratazione.

 

 

 

 

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 FEB
Un vero e propio tracollo termico quello che ci attenderà nel fine settimana proiettandoci nell’Inverno più classico sopratutto al sud
Temperature a 1500m alle ore 13.00 del 23 febbraio
21 FEB
Fugace ritorno dell’inverno al Centrosud, 
21 FEB
La giornata di venerdì si mostrerà assolutamente primaverile con picchi fino a 20 gradi. Più freddo ovunque nel fine settimana
20 FEB
L'aeroporto era già stato chiuso in parte questa mattina
19 FEB
La situazione peggiorerà nei prosismi 2 giorni
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese