In pubblicazione il 15 NOV 2015

Condizioni meteo e performance fisica e mentale

La capacità di concentrazione e il lavoro mentale in genere sono influenzati dalle condizioni meteo locali


Fonte Immagine: JohnHain pixabay.com

 

In particolare i nostri riflessi sono rallentati con pressione atmosferica in calo, cielo coperto, temperature troppo alte o con venti oltremodo caldi e secchi. Anche il freddo rallenta la nostra risposta agli stimoli esterni perché riduce la sezione dei capillari sanguigni e quindi anche l’irrorazione cerebrale.

Le condizioni ottimali per riflessi pronti e precisi sembrerebbero quelle offerte da giornate con cielo sereno, temperature gradevoli e alta pressione.

Anche la concentrazione e il rendimento degli studenti sono condizionati dalle condizioni meteorologiche del momento. In particolare sembra che per prendere un bel voto, convenga attendere i momenti finali di un periodo di alta pressione, quando la pressione inizia a calare.  Pressione atmosferica in calo però giova più alle ragazze che ai loro coetanei maschi perché le prime sono molto più sensibili e più reattive ai condizionamenti del tempo.


Attenzione però ai cali troppo bruschi del barometro: pressione atmosferica perché provocano un minore apporto di ossigeno al cervello e quindi un calo nell’efficienza mentale.

Ancor più certa è l’influenza dei fattori meteorologici sul rendimento del lavoro fisico: ovviamente la temperatura ottimale con cui rimboccarsi le maniche varia anche a seconda del tipo di lavoro che ci accingiamo a svolgere e quindi al tipo – e all’intensità – dello sforzo richiesto; la temperatura ideale è tanto più bassa quanto più intenso è lo sforzo che ci accingiamo a compiere.

Ma anche le variazioni di temperatura hanno la loro importanza: una temperatura costante infatti pregiudica, in parte, l’attività, mentre il nostro fisico raggiunge la massima efficienza in presenza di fluttuazioni di 3-4°C da un giorno all’altro. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica