In pubblicazione il 15 NOV 2018

Freddo e forte sbalzo termico in arrivo: guai in vista

Epidemia…di raffreddori in vista


Fonte Immagine: pinterest.com

 

Dopo un lungo periodo autunnale con clima tiepido e “semiestivo”,  è previsto tra il 17 e il 20  di novembre l’arrivo di gelidi venti dal Russia europea. 

Per la prima volta dall’inizio dell’autunno le temperature subiranno un crollo anche di 10 gradi in appena 3 giorni sul Nord Italia ove le massime scenderanno sotto 10 gradi e le minime sfioreranno  0°C.


Soffriremo al di sopra delle attese questa imminente ondata di freddo

Un simile rilevante sbalzo di temperatura avrà ripercussioni negative sull’organismo di molte persone per i seguenti motivi:

  • Il nostro sistema di termoregolazione è tarato per far fonte a sbalzi di temperatura che non superino i 4-5 gradi.;
  • le indagini cliniche hanno dimostrato che, in corrispondenza a forti sbalzi di temperatura, il tasso di morbilità alle vie respiratorie aumenta del 10% circa; 
  • In questo autunno 2018 non vi è stato il normale graduale lento calo dell temperature le quali  invece fino a venerdì 16 rimarranno ancora 6-8 gradi al di sopra della media e quindi il nostro organismo non è stato allenato per sopportare  temperature invernali come quelle in vista;
  • Per di più le nostre reazioni agli eccessi e ai mutevoli umori del tempo si è un po’ appannata nel corso degli ultimi decenni. Il motivo? Le comodità e il comfort offerti dalle moderne tecnologie: tessuti sintetici e di lana; case in muratura con pareti e tetti ben coibentati; termosifoni e, per finire, nel letto, al posto dell’antico scaldaletto, una termocoperta con termostato incorporato! Ebbene tutte queste comodità risparmiano senza dubbio al nostro corpo le sofferenze del freddo ma, nello stesso tempo, hanno impigrito per mancanza di esercizio il sistema di termoregolazione, che ormai si


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
20 AGO
Forti raffiche di vento, operazioni difficili
19 AGO
Clamoroso  insuccesso dei Climatologi
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola