In pubblicazione il 10 AGO 2018

I temporali che portano caldo

Paradossale,vero? Ma così sono stati tutti i temporali degli ultimi 6-7 giorni


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci su virgilio.it

 

I sofferenti del caldo e dell'afa desiderano che arrivino i temporali perché in genere sono sinonimo di refrigerio. Ma non sempre è così.

In effetti i temporali osservati negli ultimi 6-7 giorni si sono verificati,  paradossalmente, in presenza dell''alta pressione  dell'anticiclone Nord africano e non in presenza di fresche correnti atlantiche.

Come possibile, visto che gli anticicloni sono notoriamente sinonimo di atmosfera stabile ovvero tendono a sopprimere i moto verticali ascendenti, quelli che sono la  causa delle formazione delle nuvole.

 Ebbene il calore elevato accumulato al suolo per la  presenza dell'anticiclone africano innesca nelle ore pomeridiane correnti calde ascendenti così poderose  da vincere la compressione verso il basso tipica negli anticicloni.

Ma nel muoversi verso l'alto tali correnti trascinano con sé l'umidità stagnante al suolo, anche essa molto  elevata  nella circostanza perché  accumulata  e compressa -  nella forte evaporazione da colore dal suolo giorno dopo giorno - in un  sottile strato di 200-300m, adiacente al suolo.


 Nel salire verso l'alto, verso pressioni via via minori, l'aria calda e umida si  espande e quindi si raffredda di circa 10 gradi per km di ascesa e tale raffreddamento prima o poi provoca la condensazione dell'elevato contenuto di vapore sotto forma di dense e spesse nubi  temporalesche. Il temporali dura circa un'ora e al momento le piogge abbassano anche di 10 gradi la temperatura locale, portando una temporanea effimera sensazione di refrigerio.

Dico effimero refrigerio perché il calo termico, non essendo stato scatenato da persistenti venti freddi, termina con la fine della pioggia temporalesca.

Infatti non appena cessa la pioggia, il caldo diviene più insopportabile che prima del temporale,  perché con le schiarite  non solo tornano le elevate temperature ma il caldo diviene ancor più afoso a causa del surplus locale di umidità lasciato dalle piogge temporalesche.

 Tali temporali, poco graditi, sono noti come temporali da calore, perché scatenati appunto dall'elevato calore presente al pomeriggio al suolo e non dall'arrivo di fresche correnti atlantiche. Sono a carattere isolato e non...in folta ravvicinata schiera



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola
9 AGO
Visibile da decine di chilometri la colonna di fumo nero. Fiamme dall’una di questa notte
8 AGO
In alcune zone del Pianeta i temporali sono particolarmente numerosi e i fulmini cadono molto più numerosi che altrove