In pubblicazione il 15 GIU 2015

Il clima che cambia è nemico dei panda

A rischio le specie vegetali di cui si nutrono


Fonte Immagine: Spirit Animals

 

Il cambiamento climatico sta modificando seriamente gli ecosistemi tipici del nostro Pianeta, mettendo tra l’altro a serio rischio la sopravvivenza di numerose specie animali e fra queste, almeno secondo una recente ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Nature Climate Change, ci sarebbe anche il Panda Gigante.

I ricercatori, provenienti dall’Università del Michigan e dall’Accademia Cinese delle Scienze, partendo dalle proiezioni sul clima dei prossimi decenni, hanno simulato al calcolatore la distribuzione futura delle tre principali specie di bamboo che popolano il sottobosco delle zone montane della Cina Centrale (in particolare Monti Qinling), dove vive la maggior parte degli esemplari di Panda Gigante.


Ebbene i risultati dello studio indicano che gli scenari climatici più probabili, con un notevole cambiamento delle condizioni ambientali di tali regione, nel corso di questo secolo condurranno inevitabilmente a una forte riduzione della presenza di queste tre specie di bamboo, che costituiscono da soli praticamente l’intera dieta alimentare dei Panda.

Inoltre delle nuove specie vegetali che probabilmente si diffonderebbero nella regione, nessuna sarebbe in grado di costituire una valida fonte alternativa di cibo, e in tal modo la sopravvivenza del Panda Gigante potrebbe davvero essere minacciata da un’improvvisa scarsità di cibo scatenata proprio dal cambiamento climatico.



Fonte Articolo:

ULTIMI ARTICOLI

21 FEB
La giornata di venerdì si mostrerà assolutamente primaverile con picchi fino a 20 gradi. Più freddo ovunque nel fine settimana
20 FEB
Ancora molti giorni in ostaggio di un possente dell’anticiclone
18 FEB
Fitti banchi di nebbia e più nubi lungo i settori Tirrenici. Aumenta l'umidità nei bassi strati
20 FEB
L'aeroporto era già stato chiuso in parte questa mattina
19 FEB
La situazione peggiorerà nei prosismi 2 giorni
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese