In pubblicazione il 8 GIU 2018

La depressione colpisce anche in estate

I consigli della Medicina


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Estate, la stagione del sole, della gioia, del  massimo benessere psico-fisico. Ma è così proprio per tutti?

E' quello che in genere siamo portati a credere sulla base di canzoni, poesie, narrazioni e mass-media in genere.  Estate insomma come inno alla gioia. 

 Ma per alcuni, l'estate non è proprio il momento di massimo benessere.  In realtà, si scopre che molte persone non trovano la felicità durante l'estate. 

Anzi: il caldo, la luce intensa e che  dura per 10-14 ore al giorno, li rendono tristi, una tristezza che spesso sfocia nella depressione.

  Insomma il  luminoso sole estivo per alcuni individui funge da grilletto per una depressione rimasta fino allora latente. 

 Questo è anche il parere di un noto psichiatra, il dr. Norman Rosenthal  che ha addirittura scritto il libro su questo disturbo affettivo stagionale (SAD) - "Summer Blues" , giunto alla sua quarta edizione.

.Anche se la depressione invernale è molto più comune, la SAD  estiva è comunque un problema reale, anche se non ci sono dati affidabili su di essa.


La depressione estiva  ha un quadro clinico diverso rispetto alla depressione invernale. "In inverno, il depresso in genere  dorme troppo e aumenta di peso", mentre l'estate potrebbe avere l'effetto opposto.

Le persone con depressione estiva spesso hanno ritmi circadiani fuori fase, tanto che non riescono dormire.

Ma, paradossalmente, è la troppa luce solare  la causa  principale della depressione estiva. 

I rimedi? 

Indossare occhiali scuri quando siete fuori casa e limitare la luce che entra in casa dalle finestre.

Restare dentro casa può aiutare a lenire la depressione estiva. Ma rimanere a lungo inattivi sul vostro divano può essere controproducente. 

Invece di impegnarsi nel socializzare, le persone che sono depresse spesso passano in distrazioni che non richiedono molta attenzione o energia. Uno studio dell'Università di Harvard ha anche riscontrato che le persone che guardano più di tre ore di TV al giorno hanno più probabilità di essere depressi . 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

17 GEN
Diverse saccature fredde raggiungeranno il Mediterraneo. Ci aspetta un periodo molto dinamico
16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
Correnti a 5500m tra il 20 e il 23 gennaio
15 GEN
Le proiezioni odierne confermano la nostre ripetute previsioni al riguardo
17 GEN
Continua un'estate molto rovente in Australia
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola