In pubblicazione il 6 SET 2015

La foto del giorno

Nube lenticolare sulle Alpi francesi


Fonte Immagine: Bernard Durand su epod.usra.edu.com

 

La nube è stata ripresa il 17 agosto 2014.

le nubi lenticolari – il nome deriva dalla tipica nitida forma a mo’ di lente,  con la convessità al top  rivolta verso l’alto e con la base spesso concava verso il basso - sono l’indizio visivo inequivocabile dell’esistenza  delle  onde orografiche sottovento (MTW = Mountai Trapped Waves), ogni qual volta il versante sopravvento viene investito da forti venti perpendicolari alla catena montuosa.  Si formano in corrispondenza delle creste delle onde e persistono, con piccole variazioni di forma e di posizione, anche per molte ore. L’aria che le attraversa con continuità nel verso delle correnti, le rinnova nella parte sopravvento (bordo di entrata) e le dissipa in quella sottovento. Talvolta le nubi  lenticolari si presentano a più strati sovrapposti, tanti quante sono le creste che ne hanno favorito la condensazione, formando un sistema nuvoloso di notevole spessore. Tale è il caso delle nota Contessa del Vento, che si genera, con venti da sud ovest  a valle dell’Etna, anche  a notevole distanza dalla vetta.


Le nubi lenticolari si osservano solo nella regione superiore ove il flusso è rigorosamente laminare a tutti i livelli. La loro forma a lente è molto marcata  quando l’umidità relativa sottovento  è molto  bassa ( come capita appunto nelle situazioni di Föhn, perché in tal modo esse sono confinate  nelle regioni di massima ascesa nella cresta dell’onda, risultando in tal modo abbastanza isolate e ben distinte dalle altre nubi.  



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica