In pubblicazione il 17 LUG 2015

La foto del Giorno

Il temporale di calore in dissolvimento..


Fonte Immagine: Angelo Nacchio

 

Bello questo scatto realizzato ieri sulla pianura modenese, vicino Castelnuovo Rangone, da Angelo Nacchio.

Si tratta del temporale di calore che si è formato ieri nel tardo pomeriggio nel reggiano. I Temporali di calore si possono formare anche in condizioni di una forte alta pressione. Nelle giornate calde il suolo si scalda. L’aria a contatto con la superficie più riscaldata tende a staccarsi dal suolo ed a sollevarsi, in quanto più calda e quindi più leggera rispetto all’aria che la circonda (il noto principio di Archimede). La bolla calda che si crea nel salire incontra aria con temperatura più bassa e questo le fornisce la spinta verso l’alto e la minore pressione che incontra in quota ne provoca l’espansione. L’umidità contenuta nella nostra “bolla” si condensa in goccioline dando vita a una piccola nube che poi tende a crescere rapidamente.


E così si formano i temporali di calore, che localmente possono essere anche violenti.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica