In pubblicazione il 6 SET 2017

La potenza distruttiva di Uragani o Tifoni in base alle categorie | VIDEO

Video e spiegazione delle raffiche di vento e danni

 

 

Analizziamo oggi meteorologi hanno convenuto di chiamare uragano soltanto i venti di eccezionale intensità. Finché i venti si mantengono sotto i 117 km/h si parla di tempeste tropicali; a velocità maggiori, i cicloni vengono definiti uragani veri e propri e vengono classificati, secondo la Scala Saffir-Simpson, in 5 categorie. CATEGORIA 1 Raffiche a km/h 119-153 Danni tutto sommato limitati a barche, alberi, strutture mobili, insegne, tetti. Possono osservarsi limitate inondazioni nelle zone costiere, con risalite non oltre l'altezza di un metro e mezzo. CATEGORIA 2 Raffiche a km/h 154/177 Danni di una certa rilevanza ad alberi e strutture mobili; danneggiamenti di lieve entità anche agli immobili (finestre, antenne, tetti); le barche rompono gli ormeggi. Nelle zone costiere si possono osservare, a partire da 2-4 ore prima del landfall, inondazioni con acque fino a 2,5 metri oltre il livello medio. Può richiedersi l'evacuazione dei residenti delle zone costiere più basse. CATEGORIA 3 Raffiche a km/h 178-208 Grandi alberi abbattuti, distruzione di strutture mobili, danni di una certa rilevanza alle case. Le basse zone costiere vengono interessate, 3/5 ore prima dell'approssimarsi del centro del ciclone, da inondazioni con acqua fino a 4 metri oltre il normale livello. Richiede l'evacuazione dei residenti delle zone costiere. CATEGORIA 4 Raffiche a km/h 209-251 Gravi danni agli edifici (tetto e muri portanti); Alberi, cespugli, insegne e cartelli stradali vengono abbattuti. Le inondazioni delle aree costiere possono presentarsi anche 5 ore prima del landfall del centro del ciclone, raggiungendo altezze prossime a 6 metri oltre il livello medio. Evacuazioni dei residenti delle zone costiere. CATEGORIA 5 Raffiche ad oltre km/h 252 Danni gravissimi agli edifici, che possono anche portare al loro abbattimento; completa distruzione di tutte le strutture mobili e completo abbattimento di alberi, insegne, cartelli stradali. Estese inondazioni nelle zone costiere, che possono superare l'altezza di 6 metri oltre il livello normale; si richiede perciò l'evacuazione massiva di tutti i residenti delle zone costiere. Ed ora guardate il video...
Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

Satellite ore 13.00 di venerdì 22 giugno
22 GIU
La risposta in un trucco semplice da mettere in atto da chiunque
Alta pressione sull'Europa centrale: bel tempo anche sull'Italia
22 GIU
Caldo in arrivo con valori massimi fino a 35°C. Le Alpi soffriranno ancora con insidie instabili
22 GIU
Nuvolosità, piogge, temporali, temperature, venti
Le precipitazioni previste fino alle ore 00 di domenica
21 GIU
Aria fredda ed instabile in discesa dai quadranti nord orientali porterà temporali ed un sensibile calo delle temperature
23 GIU
Tantissima pioggia in poche decine di minuti
22 GIU
Una grossa palla di fuoco, si pensa ad una meteora o ad un bolide, cade sulla Russia occidentale