In pubblicazione il 1 LUG 2015

La temibile risacca o Rip Current sulle spiagge

La più frequente causa di annegamento al mare


Fonte Immagine: NOAA

Ma come è possibile essere trascinati lontano dalla riva, visto che le onde si muovono dal mare verso la riva?


Questa forza potenzialmente mortale è la minaccia numero uno per la sicurezza sulle spiagge  e si chiama risacca o corrente di reflusso ("rip current").


La risacca  è un veloce e possente canale di acqua che  può scorrere dalla spiaggia al mare aperto,  al di là delle onde che si infrangono sulla spiaggia. Prima ancora che si avverta il pericolo, vi è il rischio di venire  trascinati fuori  lontano dalla riva.

Ecco comunque alcuni segni indicatori della presenza di una  corrente di reflusso: 

1. un canale di ribollimento  prossimo alla riva con  acqua increspata (figg.1a.b.c.) e che poi si propaga al largo, creandosi un vaco nelle onde in arrivo;

2. una zona con una notevole differenza di colore (figg.2.a.b.) che dalla spiaggia punta verso il mare aperto per poi aprirsi a ventaglio al largo in una striscia parallela alla costa (fig.2.c.);

3. una linea di schiuma, alghe, o detriti in movimento costante verso il mare aperto (fig.3);

4. una pausa nell'ingresso  di nuove onde fino alla spiaggia.

Ecco come comportarsi di fronte a tale pericolo:

Mantenere la calma, non combattere la corrente,  nel tentativo di tornare a riva. Sarebbe una impresa vana  e mortale;

Nuotare lateralmente fuori della corrente e parallela alla riva, poi con un angolo verso la riva.

Se non si può sfuggire allora  galleggiare o  restare a galla finché la corrente non svanisce.

Cercate di  agitare le braccia e gridare per chiedere aiuto.

Notizia tratta da: http://www.noaa.gov/  

Qui due video al riguardo

 http://oceantoday.noaa.gov/ripcurrent/

http://oceantoday.noaa.gov/ripcurrentsafety/

 

 



Fonte Articolo: NOAA

ULTIMI ARTICOLI

4 MAR
L'alta pressione proteggerà il Nord Italia mentre lascerà il resto del Paese esposto agli effetti di una circolazione depressionaria
4 MAR
Grandi nevicate non meno note colpirono la nostra regione alle porte della primavera. Una di queste va ricordata nel periodo dal'1 al 4 marzo 2011
3 MAR
Dopo una fase di alta pressione, riecco la pioggia.
3 MAR
Dopo una lunga fase di tempo stabile e asciutto e atteso l'arrivo di una perturbazione che porterà maltempo su molte regioni
3 MAR
Nuovi dati mostrano, su scala planetaria, un innalzamento del livello dei mari pari a quello descritto dagli scenari peggiori
2 MAR
Evacuazioni da parte delle autorità locali
1 MAR
Vapore acqueo, ossigeno e quindi la vita, impossibili senza l'aiuto dei vulcani
27 FEB
Recenti ricerche confermano che il cambiamento climatico potrebbe avere un notevole impatto negativo sui raccolti del futuro