In pubblicazione il 25 OTT 2016

Le nubi esagonali. Cosa sono

Potrebbero essere la causa della msitseriosa scomparsa di aerei e navi nel triangolo dlele bermude


Fonte Immagine: earthobservatory.nasa.gov

 

FORSE SVELATO IL MISTERO DEL TRIANGOLO DELLE BERMUDE:F POTREBBE ESSERE COLPA DELLE NUBI ESAGONALI (così titola un articolo appena diffuso da http://www.blueplanetheart.it/)


Nuova teoria sul triangolo del Diavolo dove sono scomparsi più di 70 aerei e centinaia di navi. Due ricercatori incolpano le “nuvole esagonali”.

Ma cosa sono le nubi esagonali?

I meteorologi  suddividono le nuvole in due gruppi principali:  celle chiuse  e celle aperte. Il 1 ° febbraio 2016, il Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer sul satellite Terra della NASA ha acquisito un'immagine che mostra entrambi i tipi. L'immagine in alto mostra una distesa di nubi chiuse unicellulari, mentre l'immagine in basso offre una visualizzazione più dettagliata delle nubi a celle aperte.
Le nubi a celle chiuse  sono nubi cumuliformi opache  che riempiono tutta la cellula di forma esagonale . Le  nuvole a celle aperte le nuvole hanno l'aspetto opposto. Piuttosto che essere al centro di una cella, le nubi cumuliformi sono ai lati di un esagono mentre l'interno dell'esagono e privo di nuvole.
Entrambe le nuvole  generate da cellule di Rayleigh-Bernard,  le quali si formano naturalmente quando i fluidi sono riscaldati dal basso. La differenza principale tra i due tipi di nuvole riguarda il flusso di aria.  Nelle celle chiuse  l'aria umida  calda sale e condensa nel centro di celle  e discende ed evapora invece  ai bordi dell'esagono.
 Nelle  a celle aperte  l'aria umida condensa ai bordi dell'esagono per poi discendere ed evaporare nella parte centrale dell'Esagono
 

 



Fonte Articolo: earthobservatory.nasa.gov

ULTIMI ARTICOLI

19 NOV
Finalmente è arrivata. La classica aria “dal sapore di neve” ha raggiunto il Centro Nord Italiano. Basterà per la neve in pianura?
l secondo freddo alle ore 22.00 del 19 novembre
18 NOV
Ecco dove e quando. Aggiornamento di sabato mattina
18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo