In pubblicazione il 17 DIC 2015

L'incredibile bufera di Neve che sepellì Buffalo nel 1977

Una tempesta nevosa senza precedenti!


Fonte Immagine: Web

 


La città di Buffalo è famosa per le sue abbondanti nevicate ma quella del 1977 ha del clamoroso. La città, situata nell stato di New York, si trova sul Lago Erie e quindi esposta al famoso fenomeno "Lake Effect Snow, venti freddi che dal Canada passano sopra la superficie del lago creando bufere di neve a "muro". Il 28 gennaio in città nevicava ormai da 40 giorni e la città era ricoperta da circa un metro di neve. Una nuova perturbazione interessò la zona con l'arrivo di venti gelidi fortissimi, fino a 110 km/h, con una bufera di neve incredibile. La bufera era annunciata ma nessuno pensava a tale intensità e quindi colse tutti alla sprovvista e 17.000 persone rimasero intrappolate negli uffici del centro, e tantissime altre persone rimasero bloccate in fabbriche e altri luoghi di lavoro. Moltissimi automobilisti rimasero bloccati anche per oltre 24 ore nelle strade. Alcune squadre di soccorso si misero in moto per aiutare le tantissime persone intrappolate. Dopo 3 giorni la tempesta fini' ed alla fine l'altezza media della coltre bianca raggiungeva il metro e 20 centimetri ma con spaventose montagne formate dal vento fino a 9 metri!! Dopo una settimana per spalare la neve e riportare la città quasi alla normalità il bilancio fu pesante: i morti furono 29, ben 9 congelati in auto. Enormi furono i danni


Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

18 FEB
Fitti banchi di nebbia e più nubi lungo i settori Tirrenici. Aumenta l'umidità nei bassi strati
Temperature.a1500m il 23 febbraio
18 FEB
Dal molto caldo al molto freddo 
18 FEB
Arriva il preannunciato nucleo di aria polare al Centrosud
18 FEB
Un campo di alta pressione ben saldo continua a dominare l'Europa centro-orientale
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese
17 FEB
Situazione allarmante per la Pianura Padana: PM10 a livelli critici per la salute
17 FEB
Il bel tempo è un toccasana per l’umore, ma nella stagione invernale non per l’ambiente
17 FEB
Temperature tipiche di fine Marzo/metà Aprile!