In pubblicazione il 21 GIU 2016

Misurare da sé il caldo afoso, il killer estivo degli anziani

Quali sono le soglie di rischio per la salute e come difendersi con il termo-igrometro


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Con l’estate, specie nelle grandi metropoli del Nord Italia, si presente puntuale il problema del caldo umido, una situazione verso la quale dovrebbero porre particolare attenzione le persone anziane, le più vulnerabili dall’afa. Sarebbe bene allora riuscire a stabilire da sé l’intensità dell’afa per correre ai ripari in tempo utile.

Basta avere a disposizione in casa un termometro e un igrometro (misura l'umidità relativa dell'aria), strumenti  che in genere fanno bella figura di sé nel salotto buono di famiglia, incastonati in una cornice in legno. Meglio le misure "casarecce" di tali strumenti piuttosto  che le misure prese dalla stazione meteo più vicina a Voi, perché il termo-igrometro "del salotto" riproduce fedelmente le vere condizioni di temperatura  e di umidità esistenti dentro le vostre mura domestiche in quel preciso momento.

Ma  ormai il  termo-igrometro è disponibile  anche in versione digitale (vedi figura), reperibile in qualsiasi negozio di ottica, con il vantaggio di avere  lettura immediata, dimensioni di un telecomando e  come tale facilmente trasportabile da una stanza all'altra

Ecco allora alcune informazioni al riguardo per stimare da sé la cosiddetta temperatura apparente (o percepita) ovvero la temperatura effettiva da noi avvertita in presenza di afa.

Quando tale indice supera 42° C, si rischia il colpo di calore ( che non va confuso con il colpo di sole) con il rischio di arresto cardiaco.


Ecco alcuni valori di temperatura apparente in corrispondenza ai valori possibili di temperatura ed umidità dell’aria nelle ore più calde del giorno in estate.

  • Con una temperatura termometrica di 30° C  la temperatura percepita  è ancora 30° se l’umidità è 40%, 32° con umidità del 50% e 34° con umidità del 60% ;
  • Ma con una temperatura termometrica di 32° C, la temperatura apparente è di 33° se l’umidità è del 40%, 35° con umidità del 50%, 38° con umidità del 60% ;
  • Con una temperatura termometrica di 34°C , la temperatura apparente è di 37° se l’umidità è del 40%, 39° con umidità del 50% e 43° con umidità del 60%.
  • Con una temperatura termometrica di 36°C la temperatura apparente è di 38°C se l'umidità è del 40%, 42° con umidità del 50%, 47° con umidità del 60%.
  • Con una temperatura termometrica di 38°C, la temperatura percepita è di 43°C con umidità del 40%, 48° con umidità del 50% e 54° con umidità del 60% .

Come correre ai ripari qualora la temperatura percepita  si avvicini ai 42 gradi?

Innanzitutto mettere in azione il climatizzatore o, in sua assenza, anche un banale ventilatore  e bere, bere molta acqua

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

19 OTT
Tra domenica e lunedì un nucleo di aria fredda proveniente dai Balcani scivolerà sulla nostra Penisola e favorirà un sensibile abbassamento delle temperature
Prime rinfrescate in vista per fine mese
18 OTT
Prima le perturbazioni Atlantiche, poi un probabile netto raffreddamento dal Circolo Polare Artico
Qualcosa si muove all'orizzonte: colate fredde verso il Mediterraneo
18 OTT
La parte avanzata di una perturbazione atlantica porterà le prime nubi nelle ultime ore del weekend
20 OTT
#Baleari, #Spagna orientale, #Corsica, #Tunisia, senza dimenticare gli eventi occorsi in #Grecia ed infine la #Sicilia
20 OTT
Situazione critica in provincia di Catania
19 OTT
Il Mediterraneo continua ad essere interessato dal maltempo