In pubblicazione il 13 MAG 2016

Secondo i geologi statunitensi la faglia di Sant'Andrea sarebbe pronta a risvegliarsi

Il temuto Big One sarebbe vicino: ecco secondo chi


Fonte Immagine: web

 


Secondo un gruppo di sismologi di fama internazionale statunitensi «La faglia di San Andreas è bloccata, carica e pronta a esplodere». La faglia (una frattura della litosfera terrestre) si mosse in modo significativo nel 1857 e nel 1906, poi in modo meno marcato nel 1989, sempre con devastanti conseguenze, «ed è in una fase di quiescenza da troppo tempo», afferma Thomas Jordan, direttore del Southern California Earthquake Center. L'allarme non è infondato: negli ultimi 100 anni la placca nord americana si è mossa verso nord-ovest di circa 5 metri, ma la faglia di San Andreas non ha scaricato le tensioni accumulate. E questo fatto è un'eccezione se si guarda al comportamento della faglia in tempi passati. Richiamare l'attenzione su rischi del genere è sempre un azzardo, ma l'appello ha lo scopo dichiarato di "dare una scossa" alle istituzioni e ai politici, affinché si verifichino le condizioni di sicurezza dei servizi essenziali, dagli acquedotti al sistema fognario, fino agli edifici pubblici. Alcun anni or sono un rapporto del servizio geologico Usa dimostrava come un terremoto di magnitudo 7.8 lungo la faglia potrebbe causare migliaia di vittime e miliardi di danni. Fonte: Focus


Fonte Articolo: Andrea Raggini

ULTIMI ARTICOLI

20 FEB
Ancora molti giorni in ostaggio di un possente dell’anticiclone
18 FEB
Fitti banchi di nebbia e più nubi lungo i settori Tirrenici. Aumenta l'umidità nei bassi strati
Temperature.a1500m il 23 febbraio
18 FEB
Dal molto caldo al molto freddo 
20 FEB
L'aeroporto era già stato chiuso in parte questa mattina
19 FEB
La situazione peggiorerà nei prosismi 2 giorni
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese