In pubblicazione il 25 AGO 2015

Strane luci blu nello spazio in aumento

Un mistero? Colpa del global warimng? Ma noo!


Fonte Immagine: Jimmy Nordström, SpaceWeather.com

 

Le prime luci notturne dal blu metallico nel cielo furono avvistate sulle regioni polari nel 1885  ma oggigiorno no solo gli avvistamenti sarebbero aumentati ma sembra che il fenomeno si sta propagando verso più basse latitudini tanto che le luci sono state recentemente avvistate anche  sulla California del Nord.

Secondo alcuni scienziati questi  luminose nuvole notturne sarebbero una conseguenza del riscaldamento globale della Terra. ( ma quando finirà questa moda di addebitare al Global qualunque anomalia avvenga in atmosfera? N.d.r.)

Ma le strane luci sono le "nubi nottilucenti" o NLCS,  le nuvole che si lasciano vedere soprattutto di notte  a latitudini settentrionali e sono poste ad un'altezza di circa 60-80 km sopra la terra. Tali nubi "fuori posto" sono dovute alla presenza di goccioline minuscole di acqua riflettono il sole che di trova sul lato opposto dell'emisfero. Come sono giunte fino  lassù le goccioline di acqua? In  genere a seguito eruzioni vulcaniche esplosive  le quali talvolta raggiungono altitudini anche di 50-60 km


Tony Phillips di www.space.com ritiene che l'aumento dei livelli di metano favoriscono la formazione di NLCS a quote molto elevate. Le reazioni chimiche poi nella alta 'atmosfera produrrebbero acqua e da qui la formazione di NLCS." 

Ma secondo la NASA le nubi sarebbero dovuta ad una diminuzione in atto da un decennio, dell'attività solare e che avrebbe quindi provocato  anche un raffreddamento della parte alta dell'atmosfera che è già estremamente fredda. Tale ulteriore raffreddamento favorirebbe una maggiore formazione di nubi nottilucenti.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 APR
Peggioramento atteso specialmente nel pomeriggio/sera, anche sul Nord Italia
21 APR
Possibili raffiche fino a burrasca forte, allerta della Protezione Civile su 3 regioni
21 APR
Due fasi di alta pressione: prima Africana poi delle Azzorre, per fine mese si ritorna su valori termici normali
Piogge cumulate tra il 20 e il 28 aprile
19 APR
Europa orientale meno piovosa di quella occidentale
19 APR
Nel nostro Emisfero è l'ultimo mese della primavera, e le condizioni climatiche rendono appetibili anche regioni non molto lontane da noi
19 APR
Il picco ad inizio settimana con il rinforzo dello Scirocco, evitate di lavare le auto!
16 APR
Impianti aperti a sorpresa nel weekend di Pasqua e Pasquetta