In pubblicazione il 1 AGO 2016

Trombe d’aria: decalogo di difesa

Le trombe d’aria sono il fenomeno meteorologico più violento sull’Italia. Ecco come comportarsi


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 


Per di più negli ultimi 20 anni la loto frequenza è più che raddoppiata in Italia. Ecco allora un decalogo sul come comportarsi nel caso malaugurato in cui si dovesse incappare nel temibile fenomeno: In casa 1. stare lontani da porte e finestre, in genere facilmente frantumate dalla violenza del vento; 2. non rifugiarsi in mansarda perché anche il tetto viene di solito divelto dalla furia del vento; 3. rintanarsi ai piani più bassi, in cantina o in taverna; 4. staccare gli interruttori della luce e del gas per evitare corti circuiti e perdite di gas, a seguito dei danni provocati dal vento; 5. non toccare i rubinetti dell’acqua perché i fulmini della nube temporalesca che genera la tromba, si propagano anche attraverso le condutture metalliche; Fuori casa… 6. non ripararsi in prossimità di alberi, pali alti, strutture metalliche, distese liquide, perché attirano i fulmini; 7. non ripararsi a ridosso dei muri perimetrali delle case o delle strade perché possono crollare sotto l’enorme spinta del vento; 8. non rifugiarsi in strutture prefabbricate - come quelle, ad esempio dei centri commerciali - perché in genere non sopportano la furia del vento di una tromba d’aria; 9. abbandonare immediatamente auto o roulotte perché possono essere trascinate via dal vento; 10. in mancanza di più idonei rifugi, distendersi supini a terra, possibilmente negli avvallamenti più profondi del terreno, coprendosi la testa con le mani.


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica