In pubblicazione il 17 NOV 2017

Valanghe: meno rischio per piccoli gruppi

Gruppi di 2 o singoli individui hanno meno probabilità di essere travolti da valanghe. Perchè?


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Le valanghe sono il pericolo principale invernale sulle montagne e causano numerosi morti e feriti ogni anno. Il rischio è molto reale per coloro che scelgono percorsi al di fuori dai sentieri battuti. 

Un studio riportato qualche anno fa  in Wilderness and Environmental Medicine  ha esplorato il rischio di incidenti da valanga rispetto alla dimensione del gruppo e ha scoperto che coloro che viaggiano in gruppi di quattro o più persone  hanno un più alto rischio da valanghe rispetto a singoli o gruppi di due.

I ricercatori hanno confrontato i dati sugli incidenti dai database di valanghe svizzeri e italiani. Anche se la dimensione più comune del gruppo  che era stato vittima di una valanga era di due  persone, i  gruppi più grandi di 2 persone hanno avuto  percentualmente più incidenti. Il rischio più alto è stato trovato per gruppi di sei o più persone i qual, seppure rappresentando solo il 10% di tutti i gruppi, hanno però subito il 23% di tutti gli incidenti.

Questo studio conferma i risultati di precedenti ricerche che suggerivano che i grandi gruppi possono rappresentare una minaccia maggiore valanga per una varietà di ragioni, tra cui il  maggiore carico sul manto nevoso,una  maggiore probabilità di colpire un punto debole nel manto nevoso,  un più lento processo decisionale da parte del gruppo, e una maggiore spericolatezza generata da aumentato senso di sicurezza quando si è in gruppo. 

 I rischi per i gruppi sembra chiaro, ma lo studio ha anche scoperto che viaggiare in coppia, offre maggiore protezione dal rischio valanghe rispetto a quelli che si muovono da soli (effetto stanchezza, rischio di perdersi, rischio di infortunarsi senza il soccorso di una persona vicina). 

 

Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

18 LUG
Da venerdì Italia divisa in due dal meteo, con instabili correnti atlantiche in transito al Nord e robusta alta pressione africana al Sud
16 LUG
E’ la volta di Liguria, Piemonte e Lombardia. Quando cesseranno
16 LUG
Dove saranno entrambi più probabili e più intensi
18 LUG
E' successo martedì 17 luglio, ecco il video
Raffreddamento anomalo dell'Atlantico nei pressi della Groenlandia
16 LUG
Probabili ripercussioni sull’andamento del prossimo inverno sull’Europa
16 LUG
Incredibile struttura temporalesca al tramonto