In pubblicazione il 17 AGO 2018

Ciclone Atlantico il 26-27 agosto. Confermato ma ridimensionato

Porterebbe comunque temporali e calo termico


Fonte Immagine: EUMETSAT

 

 

 

In un articolo pubblicato nella sera del 16 agosto avevamo messo in evidenza che, secondo le proiezioni dei modelli “operativi” più credibili nelle proiezioni a fino a 10-15 giorni,  - l’europeo ECMWF e l’amaricano GFS – intorno al 27 agosto sarebbe potuto arrivare sull’Italia un possente e  temibile ciclone atlantico. 

Le più recenti proiezioni elaborate il 17 agosto confermano l’arrivo del ciclone ma con le seguenti varianti:

arriverebbe già il 26 agosto (probabilità 70%)

immagine: pressione alla quota media di 5500m tra il 26 e il 27 agosto – modello GFS

Schermata%202018-08-17%20alle%2012_24_03.png

 

immagine: pressione alla quota media di 5500m tra il 26 e il 27 agosto – modello ECMWF


Schermata%202018-08-17%20alle%2009_31_20.png

non sarà intenso e freddo come sembrava nella precedente proiezione

non entrerà nel Mediterraneo Nord occidentale ma scivolerà a Nord delle Alpi  verso i Balcani per poi riversare la sua aria fresca e instabile sulle regioni adriatiche

calo termico tra 8 e 10 gradi sulle regioni del medio-alto adriatico, 4-6 gradi sul resto d’Itala alla quota di 1500m

Immagine: calo termico a Venezia  il 26-27 agosto alla quota di 1500m ca (modello GFS operativo, Ensemble, controllo)

Schermata%202018-08-17%20alle%2012_43_58.png

 

fenomeni previsti: molti temporali su tutta l’Italia il 26 e il 27 agosto



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

l secondo freddo alle ore 22.00 del 19 novembre
18 NOV
Ecco dove e quando. Aggiornamento di sabato mattina
18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo