In pubblicazione il 15 LUG 2015

Fototipi, abbronzatura e creme solari. Tutto quello che dovreste sapere

La pelle è diversa da persona a persona e gli effetti dell'esposizione al Sole e le creme solari da usare variano a seconda del tipo di epidermide...


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

A seconda della risposta della nostra pelle ai raggi ultravioletti UVA e UVB si possono distinguere 5 fototipi:

Fototipo 1: coloro che  hanno questo tipo di pelle (in genere riconoscibili da occhi azzurri e pelle molto chiara e/o lentigginosa) debbono rinunciare all'abbronzatura perché non solo non prendono un minimo di tintarella ma rischiano di ustionarsi anche con piccole dosi giornaliere di raggi UV;

Fototipo 2: pelle chiara, capelli biondi. Si abbronzano poco e rischiano facili scottature;

Fototipo 3: Capelli scuri, pelle meno chiara si scottano un po', ma si abbronzano.

Fototipo 4: pelle scura, tipica dei paesi mediterranei. Si abbronzano senza troppi problemi. Rare le scottature.

Fototipo 5 e 6: africani e asiatici della fascia tropicale:. pelle scura, quasi nera. Non si abbronzano perché in pratica già lo sono e non si scottano mai.

 


Per proteggersi dagli UV oggi esistono ottime creme solari il cui grado di protezione (UPF = Ultraviolet Protection Factor) è riportato nella prima tabella.

Tabella 1 : fattore UPF delle creme solari e grado di protezione.

Per sapere quale tipo di crema impiegare dovete ovviamente riconoscere il vostro fototipo  e poi anche l'indice UV (intensità dei raggi ultravioletti in un dato giorno e in una data località).

Tabella 2: crema da usare sulla base del fototipo e dell'indice UV

Per conoscere l'indice UV, digitate sulla home page del nostro sito il giorno e la località di vostro interesse.

 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 OTT
Un cambio di rotta sul continente che tutti aspettavamo con tanta ansia. Massime a singola cifra
23 OTT
Venti di favonio ed un contesto già mite potrebbero costituire un mix esplosivo per il Nord Italia
Mercoledì 24: forti correnti settentrionali in quota sul versante Nord alpino; alta pressione sopravvento e bassa sottovento alle Alpi; forti venti da Nord ovest al suolo
23 OTT
Un effetto dell’arrivo di un nuovo nucleo freddo a ridosso delle Alpi
23 OTT
Ancora elevata criticità sui versanti settentrionali della #Calabria Ionica e della #Sicilia tirrenica
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica