In pubblicazione il 22 OTT 2018

Freddo, caldo, freddo, caldo, freddo, nei prossimi 10 giorni

Ben cinque capovolgimenti del tempo

Temperature a 1500m circa previste per domenica 28 ottobre
Temperature a 1500m circa previste per domenica 28 ottobre
Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Pressione atmosferica da montagne russe probabilmente nei prossimi giorni.

Pressione atmosferica impazzita sull'Europa

Il nucleo di aria fredda Nord atlantico giunte domenica 21 pomeriggio sull’Italia, insisterà sulla Penisola fino a martedì 23 ottobre, con forti e freddi venti ovunque tranne le regioni di Nordovest, più protette dalle fredde correnti settentrionali.

Immagine:pressione alla quota media di 5500m tra lunedì 22 e sabato  27 ottobre.

Poi - udite, udite! - ci sarà un improvviso brusco ritorno dell’ anticiclone Nord africano già da mercoledì 24 - giovedì 25 ottobre. Ma tra venerdì 26 e sabato 27 dovrebbe tornare un’altra fredda perturbazione atlantica, più intensa di quella appena giunta e che insisterà sull’Italia fino  fino domenica 28. Ma lunedì’ 29 ottobre probabile fugace ritorno dell’alta pressione ma poi dovrebbe arrivare un’altra fredda perturbazione martedì 30 ottobre

Altrettanti conseguenti bruschi sbalzi termici


Immagine:la temperatura prevista a Firenze a media-lunga scadenza (10-15 gg) dal modello americano GFS. 

Il modello più preciso, quello HRES (in colore celeste), si mantiene nei prossimi 10 giorni sempre abbastanza vicino alla media e comunque nel range ove cade il 70% delle altre 40 previsioni.

Questo sta indicare che la previsione è abbastanza affidabile. (non diciamo però che vi è la certezza!)

Da notare il brusco rialzo termico di mercoledì (12 gradi a 1500m come dire  circa 27°C al suolo a Firenze). Notevoli anche i 2 bruschi cali termici di  domenica 28 e martedì (temperature intorno 3-4 gradi a 1500m, come dire 15-17 gradi al suolo)

Immagine di copertina: temperature a 1500m circa previste per domenica 28 ottobre



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

17 GEN
Diverse saccature fredde raggiungeranno il Mediterraneo. Ci aspetta un periodo molto dinamico
16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo