In pubblicazione il 25 GEN 2016

Freddo polare: arriva o non arriva?

La risposta è ancora nella stratosfera. Aggiornamento di oggi, lunedì 25


Fonte Immagine: NOAA

 

I modelli odierni confermano ancor oggi un forte spostamento (splitting)  entro il 3 febbraio del gelido vortice polare stratosferico verso l'Europa (fig.1), sotto la spinta dell'anticiclone canadese che  è in  procinto   di conquistare il Polo.

 E' confermato pertanto anche un forte riscaldamento della stratosfera al polo (  ad oggi + 35 gradi entro il 3 febbraio).

Alla date del 3 febbraio (ancora fig.1) il vortice polare avrà assunto una forma ellittica con due poli freddi, uno sul Sud della Norvegia  e un secondo nella Siberia orientale.

E dal nucleo freddo sulla Norvegia dovrebbe partire una irruzione di aria artica verso l'Europa continentale.

Quando potrebbe avvenire un simile evento?

 Ebbene le proiezioni a lunga scadenza dei due principali modelli (vedi fig.2) mostrano una brusco calo delle temperature intorno al 10 febbraio anche sull'Italia. Abbiamo scelto Venezia  come test perché se irruzione gelida vi sarà, questa arriverà ancora una volta dai Balcani

Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

19 SET
Nella nuova settimana si volterà pagina, la lunga fase settembrina verrà archiviata
19 SET
Vortice mediterraneo porterà intense precipitazioni
Pressione all quota media di 5500m domneivca 23
18 SET
Un ultimo fine settimana con temperature fino a 30 gradi
satellite ore 10.50 di martedì
18 SET
Una perturbazione Nord africana in arrivo martedì 18 settembre
18 SET
Un nuovo studio raddoppia le morti provocate dallo smog
17 SET
Mete turistiche più appetibili dal punto di vista climatico
Radar meteo Protezione Civile ore 16.40
14 SET
Temporali sparsi, temperature per lo più sotto 30 gradi