In pubblicazione il 18 GIU 2015

Il tempo nella settimana dal 29 giugno al 4 luglio

Ancora anticiclone delle Azzorre ma ora …in grande spolvero!...


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Dopo  una prima  sua timida comparsa tra il 22 e il 28 giugno, l'alta pressione dell'anticiclone delle Azzorre si rafforzerà decisamente non solo sull'Atlantico ma anche sul Mediterraneo Occidentale e sul'Italia centrosettentrionale. Sulle aree appena indicate infatti l'anticiclone "amico" dovrebbe assumere valori al di sopra delle Media (fig.1), sbarrando adesso decisamente il passo alle perturbazioni atlantiche

 Quindi una prospettiva di  tempo bello  e soleggiato su tutta l'Italia, con temperature  quasi ovunque nella norma ovvero senza eccessi né verso l'alto né verso il basso (fig.2). Insomma la tipica "estate mediterranea" che il mondo ci invidia. Certo, farà caldo, come è la norma in luglio, con  temperature  massime però per lo più  intorno 30-32 e qualche punta di 33-34 nelle zone interne, lontano dalle coste.  Ma anche questo fa parte della normalità estiva di luglio.


 Temporali? Sì, certo, ci saranno, ma solo sin forma sporadica nelle  ore pomeridiane e limitatamente alle Alpi, come testimonia l'umidità a700 hPa su valori appena al di sopra della media sulle Alpi (fig.3).

Insomma tempo delizioso al mare ma anche ai monti!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 AGO
Nei prossimi giorni caldo in aumento a causa dell'alta pressione dell'Anticiclone Nord Africano, che insisterà soprattutto al Centro e al Sud
17 AGO
L'alta pressione dell'Anticiclone Nord-Africano scatenerà una nuova ondata di caldo, comunque meno intensa della precedente
16 AGO
L'avanzata dell'alta pressione africana porterà in alto le temperature nell'isola, e poi nei giorni successivi anche in altre regioni
15 AGO
Il graduale ritorno dell’alta pressione renderà il tempo stabile, senza far salire eccessivamente le temperature
19 AGO
Clamoroso  insuccesso dei Climatologi
Science
19 AGO
Clamoroso  insuccesso del Climatologi
9 AGO
Rogo a Faenza, ventilazione variabile e la nube di fumo si sposta a Sud Est.
9 AGO
Le correnti dai quadranti nord occidentali sospingeranno la colonna di fumo nero verso sud, sud-est in direzione della costa romagnola