Fonte Immagine: 
pininterest
La siccità che dura da 7 mesi è la vera responsabile della forte calura vista in giugno e in questa prima metà di luglio. Il caldo intenso durerà fin quando durerà la siccità

La  forte siccità in  atto dai mesi ha prosciugato il suolo fino a grandi profondità, per cui tutti i suoli coltivati  sono quasi privi di vegetazione o con vegetazione ridotta allo stramo.

Ecco al riguardo le piogge cadute tra marzo e giugno (fonte http://www.cpc.ncep.noaa.gov)

Fig.1 -  Percentuale di piogge cadute tra marzo  e maggio 2017 rispetto ai valori normali climatici (es. marrone scuro = 25-50 significa che la pioggia caduta è intorno al 25-50% della piogge attesa, rosso = 0-25 % significa che la pioggia raccolta è inferiore al 25% )

Fig.2 - Percentuale di piogge  in giugno rispetto ai valori normali climatici della piogge attesa

fig.3 - Piogge cadute nella  prima settimana di luglio

 Del  resto in un  suolo umido,meglio che mai se  ricoperto di verde, la maggior parte del calore solare vien speso  per far evaporare l'umidità dal terreno e solo una minima parte viene spesa per riscaldare il suolo e da  qui, attraverso i moti convettivi anche l'atmosfera sovrastante.

Ma in un suolo siccitoso  il calore solare, vista l'assenza o quasi di vegetazione, quasi tutto il calore solare  va speso per surriscaldare oltremodo il suolo  e quindi l'atmosfera sovrastante.

Ma nel caso di suolo gravemente siccitoso per siccità in atto da mesi - come nel caso in atto -  il suolo si surriscalderà ancor di più,  rendendo rovente l'atmosfera sovrastante. Per di più vengono a mancare - tranne  Alpi e Appennini, per lo più ricoperti di alberi -  i temporali pomeridiani  da calore ossia quelli chi si innescano localmente attraverso correnti convettive calde ma  umide.

Ma quando finirà la grave siccità?

Probabilmente insisterà  fino a fine luglio e quindi ancora caldo intenso, interrotto da qualche breve fase più fresca, come quella tra sabato 15 e lunedì 16  Le piogge accumulate tra il 13 e  il 22 luglio  sono previste  quasi  ovunque inferiori a 10 mm , come dire una goccia in un oceano  di siccità

Fig.4 - Piogge accumulate previste tra il 13 e  il 22 luglio (modello ENS di ECMWF)

Vedi anche video QUI

Nell'ultima settimana di luglio  sono previste piogge al Centro e sulle regioni di Nordest, ma sempre in quantità insufficiente per ridurre in maniera significativa la siccità

Fig.5 - Anomalie di piovosità tra il 24  e il 30 luglio (modello mensile di ECMWF)

Conclusioni

la siccità resterà probabilmente almeno fino alla fine di luglio, favorendo ancora molto caldo su tutta l'Italia

Fonte Articolo: 
Col. Mario Giuliacci

IMMAGINI CORRELATE