In pubblicazione il 16 LUG 2015

L'ondata di caldo: verso il record. Conferme di oggi, giovedì 16 luglio

Sarà per luglio probabilmente l'ondata di caldo più lunga degli ultimi 70 anni. Inizio della fine della calura intorno al 26 luglio?...


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Nel grafico allegato è riportato l'andamento della temperatura prevista alla quota barica di 850 hPa per Milano, come rappresentativa del Nord Italia, Roma, come rappresentativa del Centro, Palermo come rappresentativa del Sud, e Cagliari, come rappresentativa della Sardegna.

Figura 2: temperature previste alla quota barica di 850 hPa a Milano, Roma, Palermo, Cagliari nei prossimi 10 giorni

Valori superiodi a 15 gradi stanno ad indicare temperature massime al livello del mare superiori a 30 gradi; a valori oltre 20 gradi dovrebbero corrispondere al livello del mare temperature massime oltre 35 gradi.

Dall'analisi del grafico di possono trarre le seguenti conclusioni:

durata: almeno fino al 26 di luglio. Se fosse così l'ondata di caldo sarebbe quella di maggiore durata mai osservata in luglio, essendo iniziata il 30 giugno;


 intensità:  temperature in graduale aumento fino a raggiungere l'apice tra il 22 e il 23 luglio; intensità massima  al Centrosud .  Al nord il caldo sarà meno intenso (anche se comunque accentuato dalla maggiore umidità dell'aria);

temperature massime: con valori a 850 hPa intorno 22-23 gradi, i corrispondenti valori massimi al livello del mari saranno intorno 36-38 gradi nelle zone interne ma con molte punte anche di 39-40 gradi specie nelle zone interne del Centrosud.

Intorno al 26 luglio si nota una flessione delle temperature su tutta l'Italia.

 Sarà l'inizio della fine per l'ondata di caldo?  Probabile!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica