In pubblicazione il 16 LUG 2015

L'ondata di caldo: verso il record. Conferme di oggi, giovedì 16 luglio

Sarà per luglio probabilmente l'ondata di caldo più lunga degli ultimi 70 anni. Inizio della fine della calura intorno al 26 luglio?...


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Nel grafico allegato è riportato l'andamento della temperatura prevista alla quota barica di 850 hPa per Milano, come rappresentativa del Nord Italia, Roma, come rappresentativa del Centro, Palermo come rappresentativa del Sud, e Cagliari, come rappresentativa della Sardegna.

Figura 2: temperature previste alla quota barica di 850 hPa a Milano, Roma, Palermo, Cagliari nei prossimi 10 giorni

Valori superiodi a 15 gradi stanno ad indicare temperature massime al livello del mare superiori a 30 gradi; a valori oltre 20 gradi dovrebbero corrispondere al livello del mare temperature massime oltre 35 gradi.

Dall'analisi del grafico di possono trarre le seguenti conclusioni:

durata: almeno fino al 26 di luglio. Se fosse così l'ondata di caldo sarebbe quella di maggiore durata mai osservata in luglio, essendo iniziata il 30 giugno;


 intensità:  temperature in graduale aumento fino a raggiungere l'apice tra il 22 e il 23 luglio; intensità massima  al Centrosud .  Al nord il caldo sarà meno intenso (anche se comunque accentuato dalla maggiore umidità dell'aria);

temperature massime: con valori a 850 hPa intorno 22-23 gradi, i corrispondenti valori massimi al livello del mari saranno intorno 36-38 gradi nelle zone interne ma con molte punte anche di 39-40 gradi specie nelle zone interne del Centrosud.

Intorno al 26 luglio si nota una flessione delle temperature su tutta l'Italia.

 Sarà l'inizio della fine per l'ondata di caldo?  Probabile!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

18 MAR
Il tempo tornerà gradualmente stabile al Centro Nord con temperature in aumento
18 MAR
L'aria fredda e la serenità del cielo favoriranno un deciso raffreddamento notturno
Satellite ore 11.00 di lunedì
18 MAR
Si aggrava la siccità su Piemonte Liguria e Toscana
14 MAR
Colpo di coda invernale a partire dal 20 marzo con intrusione di aria più fredda in discesa dalla Groenlandia
18 MAR
L’evento iniziò con un aumento dell'attività stromboliana e con piccole colate laviche sul versante orientale e verso sud. Tanti i paesi che subirono danni
17 MAR
Altissimo il numero delle vittime e le devastazioni in Mozambico, Malawi e Zimbabwe
15 MAR
Il mese di marzo nel nostro Emisfero segna l'inizio della Primavera, ma in alcune zone è capace di regalare un piacevole clima estivo
15 MAR
E' caduta la metà della pioggia attesa nell'intero inverno