In pubblicazione il 6 NOV 2018

Meteo inverno 2018-2019: come l’innevamento euroasiatico condizionerà la stagione

La superficie innevata potrebbe avere ripercussioni sulla circolazione atmosferica


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Dal punto di vista statistico vi è una buona correlazione tra la superficie innevata sull’Emisfero Nord a ottobre e la circolazione atmosferica più probabile in inverno sull’Europa.

Immagine correlazione tra l’innevamento dell’Eurosia e le anomalie di pressione al livello del mare

In particolare è stata riscontrata una discreta (50%) correlazione positiva (marrone) tre la estensione della superficie ricoperta di neve e la probabilità di un’intensificazione dell’anticiclone russo-siberiano. La correlazione negativa (blu) invece sta ad indicare che quanto più vasta sarà la copertura nevosa, tanto più probabile sarà la presenza di una bassa pressione (ciclone) alle nostre latitudini sull’Europa centro-occidentale e sul Mediterraneo

Immagine: correlazione tra pressione al livello del mare innevamento sull’area euroasiatica

Il rafforzamento dell’anticiclone russo-siberiano porta spesso ad un suo sconfinamento entro il circolo polare dentro con la conseguente defenestramento (splitting) di quel vasto lago di aria gelida occupata di solito dal vortice polare.


L’ria fredda fuoriuscita dal circolo polare polare viene poi presa nell’ingranaggio tra l’anticiclone siberiano e la fascia basse pressioni sull’Europa centro-occidentale. In tal modo l’aria polare è costretta ad irrompere fino a medio-base latitudini e spesso fino al Mediterraneo centro-occidentale.

Qual è, allora, lo stato attuale di salute della copertura nevosa in Eurasia?

La superficie totale innevata a ottobre 2018 sull’area eurasiatica ha raggiunto valori prossimi a 9 milioni di kmq ossia molto simili ai valori nell'ottobre 2008 e nel 2011. Un valore né troppo alti né troppo bassi tanto che gli inverni tra il 2008 e il 2011 non furono particolarmente rigidi.

Concludiamo allora che quest'anno sarà ininfluente il peso dell’innevamento sul clima della imminente stagione invernale.

In un prossimo articolo faremmo una sintesi degli articoli precedenti nei quali abbiamo esaminato l’influenza sull’Inverno di tutte quelle forti anomalie persistenti per mesi/anni a scala globale e/o emisferica e quindi in grado di modificare anche il clima del prossimo inverno (Global Warming, attività solare attuale, Niño/Niña, Temperatura acque atlantico, Venti stratosferici equatoriali, Innevamento).

Tale ultimo articolo sarà il vero, unico nostro pensiero su come poterebbe essere il prossimo inverno.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
Correnti a 5500m tra il 20 e il 23 gennaio
15 GEN
Le proiezioni odierne confermano la nostre ripetute previsioni al riguardo
14 GEN
L'alta pressione delle Azzorre prenderà il comando della Penisola. Solo una breve parentesi (per il Centro Sud)
14 GEN
Ulteriore rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali, anche sui settori adriatici meridionali e lungo i restanti settori ionici
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola
Raffiche di vento in km/ora il 14 gennaio
14 GEN
E' giunto il Foehn in Val Padana