In pubblicazione il 20 LUG 2018

Meteo: le previsioni per agosto 2018 portano ottime notizie

Una prima parte decisamente calda, ma sono attese fresche novità per la seconda parte

Le precipitazioni previste per il mese di agosto 2018
Le precipitazioni previste per il mese di agosto 2018
Fonte Immagine: Ecmwf

 

Questa goliardica estate ci ha portato un po’ indietro con la memoria, regalandoci giornate soleggiate spezzate da brevi fasi più temporalesche, mentre il caldo si è fatto sentire, ma senza esagerare, con temperature che in generale (salvo alcuni brevi periodi) hanno oscillato attorno ai valori tipici del periodo. Cosa succederà adesso con il mese di agosto 2018?

Gli indici climatici non offrono grossi spunti e quindi è soprattutto ai modelli climatici che ci si deve affidare per trarre qualche indicazione. Uno strumento, quello dei modelli climatici, che sicuramente offre più garanzie di quanto non facesse qualche anno fa, ma è giusto sottolineare che soffrono comunque di evidenti limiti di affidabilità. In ogni caso, ecco lo scenario più probabile per questo mese di agosto.

Circolazione

Almeno nella prima parte del mese il vero protagonista della scena sarà l’Anticiclone Nord-Africano, che occuperà con una certa insistenza il Mediterraneo Centrale e quindi anche la nostra Penisola. Poche e rare infiltrazioni delle fresche correnti atlantiche, anche al Nord: il tempo sarà quindi prevalentemente soleggiato e stabile, e inevitabilmente anche le temperature faranno registrare valori mediamente alti: potrebbe insomma rivelarsi il periodo più caldo di questa estate 2018.

Nella seconda parte del mese invece l’alta pressione mostrerà segni di affaticamento e lascerà maggior spazio alle instabili correnti atlantiche: le giornate nuvolose e “temporalesche” quindi non mancheranno, soprattutto al Nord, e solo il Sud godrà ancora di una stabile protezione dell’alta pressione.

Temperature

Prima parte del mese molto calda, con temperature al di sopra dei valori medi stagionali: saranno numerose le giornate con valori massimi diffusamente oltre i 33-34 gradi e punte fino a sfiorare i 40 gradi, specie al Sud e Isole. Il caldo molto probabilmente sarà più intenso nelle regioni centrali tirreniche, al Sud e nelle Isole Maggiori, ma anche al Nord, complici gli elevati tassi di umidità, in alcune giornate la calura si rivelerà soffocante. Nella seconda parte di agosto invece le temperature saranno decisamente più contenute e, almeno al Nord, in diverse giornate anche inferiori alle medie stagionali. In ogni caso non mancheranno a tratti nuove fiammate di caldo intenso. Nel complesso, come conferma anche l’elaborazione del Centro Copernicus dell’ECMWF (vedi figura), sarà quindi un mese “normalmente” caldo, se confrontato con le stagioni degli ultimi decenni, ma con due fasi ben distinte: caldo intenso soprattutto nelle prime settimane, più sopportabile invece nella parte finale.


Piogge

Chiaramente avara di piogge la prima parte del mese, con pochi temporali (i classici temporali estivi) per lo più concentrati sulle zone alpine e appenniniche. La situazione diventerà decisamente più movimentata dopo la metà di agosto quando le fresche correnti atlantiche cominceranno a irrompere con una certa frequenza sulla nostra Penisola. In diverse giornate le regioni settentrionali dovranno fare i conti con acquazzoni e temporali, e questa parte del mese, come suggeriscono anche le proiezioni del Centro Copernicus del ECMWF, sarà per questa parte del paese più piovosa del normale.

A tratti le nuvole e i temporali si spingeranno anche sulle regioni centrali, dove però indugeranno con minor insistenza.

Al Sud le instabili correnti di origine atlantiche faranno più fatica ad aprirsi la strada, ma a tratti porteranno anche qui un po’ di rovesci e temporali.

Nel complesso sarà quindi un mese di agosto relativamente piovoso al Nord, anche se rovesci e temporali si concentreranno soprattutto nella seconda parte del mese; al Centrosud invece nonostante una prima parte del mese decisamente asciutta si ritornerà entro i ranghi con un flusso leggermente più umido e piovoso del normale nella seconda parte, proprio grazie alle fasi temporalesche che a tratti caratterizzeranno le ultime settimane. 



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

21 MAR
Temperature in netto aumento per l'estensione dell'Alta delle Azzorre sul Mediterraneo. Cambia a metà della prossima settimana
20 MAR
Mareggiate lungo le coste esposte. Avviso di condizioni meteo avverse del 20 marzo
20 MAR
Mite entro il weekend su quasi tutta la Penisola
19 MAR
L'alta pressione torna sulle regioni settentrionali. Siccità ancora molto elevata su Piemonte e Lombardia
20 MAR
Spunta il sole sull'Europa e la linea dell'ombra è bella dritta dal Polo all'Equatore: foto scattata dal satellite
20 MAR
Nel riminese migliaia di pesci morti
20 MAR
E' oggi il giorno dell'Equinozio