In pubblicazione il 13 SET 2018

Meteo: mercoledì 12 settembre il giorno più caldo del mese. E nei prossimi 10 giorni?

Caldo africano anche dal 12 al 22 settembre 2018, ma con una differenza

Pressione mercoledì alla quota di 5500m
Pressione mercoledì alla quota di 5500m
Fonte Immagine: GFSE NOAA

 

L’anticiclone africano mercoledì 12 era ancora sull’Italia, e ricopriva soprattutto le regioni centrali, Lombardia e l'’Emilia, per di più con il valore più alto di pressione raggiunto in questo mese (isolinea di 592 = 5920m raggiunta solo in agosto).

Immagine:africano il 12 settembre alla quota di circa 5900m

Schermata%202018-09-13%20alle%2013_50_31.png

E’ su queste regioni che sono state toccate le temperature massime più elevate. Su 108 città della penisola i valori raggiunti sono stati superiori o uguali a 32 gradi su circa 20 località, tutte però di tali regioni. In pole position Firenze con 35 gradi.

Tabella: località con temperature massime oltre 31 gradi raggiunti mercoledì 12 settembre

Schermata%202018-09-12%20alle%2021_45_39.png

Ma dopo la se temporanea rinfrescata prevista tra venerdì 14 e sabato 15 settembre, purtroppo a  partire da lunedì 16 l’anticiclone africano si allungherà sull’Italia ove resisterà per una settimana.

Ecco le caratteristiche della nuova ondata di caldo:


· durata da 16 al 22 settembre

· area interessata: quasi tutta l’Italia

Immagine; pressione media prevista alla quota di 5500,  mediata sui 7 giorni dal 16 al 22 ( media 1160 previsioni- Modello GFSE)

 

Schermata%202018-09-13%20alle%2013_56_32.png

· Intensità: il caldo quindi sarà meno intenso dell’ondata di caldo che sta per concludersi per due motivi: l’africano sarà meno intenso per un’alta pressione meno robusta di quella vista nei giorni passati; in secondo luogo perché il calore solare nei prossimi 10 gg sarà in ulteriore calo. In particolare temperature massime per lo più tra 27 e 29 gradi ma 30/31 su Ferrarese, Parmense, Bolognese, Pavese, Interno Toscana, Umbria occidentale, Viterbese, Puglia, Materano.

· meno afa: meno calore solare significa anche meno evaporazione dal suolo e quindi aria meno umida e meno afosa.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

l secondo freddo alle ore 22.00 del 19 novembre
18 NOV
Ecco dove e quando. Aggiornamento di sabato mattina
18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
17 NOV
Allerta meteo arancione per temporali e vento forte sulla regione Calabria
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo