In pubblicazione il 17 APR 2016

Meteo nei prossimi 10 giorni: dal bello al brutto, dal caldo al fresco

Tipici bruschi mutamenti del tempo primaverile


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Quattro gli eventi di rilievo che caratterizzeranno il tempo nella prossima settimana e all'inizio di quella successiva:


  • dopo fase temporalesca di domenica 17 su gran parte del Nord e di lunedì 18 su Alpi centro-orientali, Lombardia e Venezie, da martedì 19 torna il bel tempo deciso su tutta su tutta l'Italia, con durata fino a giovedì 21 per un nuovo rafforzamento dell'anticlone Nord africano sulla penisola;
  • Ma dalla seconda parte di venerdì 22 peggiora sul Nord Italia e poi da sabato 24 anche al Centro. La nuova fase temporalesca durerà probabilmente fino al 27 aprile;
  • le temperature, già ora al di sopra della media su tutta l'Italia, subiranno un ulteriore deciso balzo all'insù tra lunedì 18 e mercoledì 20. fino a portarsi su valori di +5-7 gradi al di sopra della media sul Nord Italia e addirittura di +10-12 gradi al Centrosud e Isole, con massime ovunque superiori a 22 gradi ma con valori diffusi oltre 25 gradi al Centrosud e Isole e molte punte di 28-31 gradi. Sono destituite di fondamento le notizie secondo le quali si potrebbero raggiungere i 38 gradi.
  • Ma poi tra giovedì 21 e domenica 24 le temperature subiranno un brusco crollo, anche di 10-12 gradi fino a portarsi in media o appena 1-2 gradi sotto alla media. Sul Nord Italia si potrà avvertire sensazione di fresco ma non di freddo


Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

22 OTT
Diverse parentesi di maltempo in vista, ma non mancheranno anche momenti più stabili con spazi sereni
Radar meteo alle oltre 19.10 di domenica 21 ottobre (Protezione Civile)
22 OTT
I forti venti dovuti al passaggio di una dry line da Bora
22 OTT
Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica