In pubblicazione il 22 OTT 2018

Meteo: settimana discreta, nel fine settimana un’altra forte burrasca

Dopo questo primo cambio di registro, in cui ci sarà un po’ di tempo per respirare, ne arriverà uno più profondo nella giornata di venerdì


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Un cordiale saluto a tutti amici di MeteoGiuliacci.

Il quadro meteorologico italiano sta cambiando grazie ad una profonda mutazione della circolazione generale. Da ieri difatti scorre sulle Penisola aria piuttosto fredda che penalizza soprattutto la fascia Adriatica del Centro e del Sud; anche la giornata odierna, lunedì 22 ottobre, sarà davvero complicata dal punto di vista meteorologico perché avremo parecchie nubi e piogge sparse temporali e anche qualche spruzzata di neve sulle cime dell'Appennino centrale, soprattutto tra l'Abruzzo il Molise.

Sul resto d'Italia soprattutto sulla Sardegna, sulla fascia tirrenica e gran parte del Nord ad eccezione forse dell'estremo Nord Ovest ove ci saranno un po' di nubi e qualche debole piovasco non escluso, il tempo si presenterà decisamente più tranquillo; le temperature chiaramente sono in generale diminuzione.


La giornata di martedì continuerà con un contesto ancora molto instabile all'estremo Sud, specialmente sulla costa Ionica; inizia però lentamente a migliorare sulla fascia Adriatica del Centro e rimane sempre tranquillo invece sul resto del Territorio ove le temperature non faranno registrare più particolari variazioni. A seguire mercoledì la situazione meteorologica tornerà ad essere un po' più tranquilla perché l'alta pressione riprende in parte a coprire gran parte della nostra Penisola e si andrà avanti così probabilmente fino a giovedì venerdì.

Nel fine settimana, tra venerdì sera e gran parte del weekend, una nuova area di bassa pressione piomberà sull'Italia attivando una situazione di maltempo generalizzato, specialmente al Centro-Nord. Questa potrebbe essere una vera e autentica fase autunnale, seguite i nostri aggiornamenti.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

16 GEN
Correnti Atlantiche tornano progressivamente a fluire sul Mediterraneo
Correnti a 5500m tra il 20 e il 23 gennaio
15 GEN
Le proiezioni odierne confermano la nostre ripetute previsioni al riguardo
14 GEN
L'alta pressione delle Azzorre prenderà il comando della Penisola. Solo una breve parentesi (per il Centro Sud)
14 GEN
Ulteriore rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali, anche sui settori adriatici meridionali e lungo i restanti settori ionici
15 GEN
Forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione. Gente in strada su tutta la costa Romagnola
Raffiche di vento in km/ora il 14 gennaio
14 GEN
E' giunto il Foehn in Val Padana