In pubblicazione il 23 OTT 2018

Meteo: temperature massime quasi record domani, il 24 ottobre 2018

Venti di favonio ed un contesto già mite potrebbero costituire un mix esplosivo per il Nord Italia


Fonte Immagine: EmiliaRomagnaMeteo

 

Le regioni settentrionali vivranno nelle prossime ore una parentesi quasi estiva. Perché nella giornata di domani, dopo una mattinata ove farà ancora freschino, ad un certo punto durante il pomeriggio proveremo una sensazione di caldo tanto da toglierci la felpa o dimenticare il giubbotto in auto, ma siamo a tranquillizzarvi, in quanto durerà poco.

Ma ecco cosa succede

L'alta pressione che in questo momento presenta i massimi a ridosso del Regno Unito, si sta muovendo in evoluzione verso il Nord Italia e sarà accompagnata da correnti decisamente calde per il periodo. 

Le tese correnti settentrionali scavalcando l’arco alpino, oltre a determinare un rinforzo della ventilazione che si presenterà tratti molto vivace specie sulle Alpi, molto meno in pianura, determinerà anche un marcato e veloce innalzamento delle temperature. 


Vivremo il classico fenomeno denominato Föhn Alpino, o più comunemente conosciuto come favonio, venti in discesa dai pendii montuosi che si riscalderanno più di quello che si sono raffreddati, questo perché avranno perso gran parte dell’umidità in fase di risalita. Così nel corso del pomeriggio di domani i termometri saliranno facilmente fra i 24 e 28°C su tutto il Nord Italia, con particolare riferimento alla Lombardia e all'Emilia. Aree quest'ultime dove molto probabilmente si toccheranno i valori più elevati. 

Questi venti, di per sé molto miti, trovando un contesto termico già piuttosto mite, attiverà una delle situazioni singolari in cui la colonnina di mercurio potrebbe toccare massime record per la terza decade di ottobre.



Fonte Articolo: Andrea Tura

ULTIMI ARTICOLI

22 LUG
L’alta pressione dominerà tutto il prossimo periodo previsionale. Caldo almeno fino ai primi di agosto
22 LUG
A differenza dell’anticiclone delle Azzorre
22 LUG
Durata, intensità, apice, regioni più roventi. Improbabili i 40 gradi
22 LUG
Molto caldo, con il fastidio dell’afa, in gran parte del Paese e in particolare nelle aree in cui si farà maggiormente sentire l’azione dell’alta pressione
20 LUG
Temperature particolarmente alte ed elevati tassi di umidità hanno spinto le autorità cittadine ad annullare alcuni importanti appuntamenti
20 LUG
Poche o nulle notizie dai telegiornali, solo spazio alle vacanze o alle file in autostrada
20 LUG
Ci sarebbero almeno 7 dispersi, fiumi nelle strade di Ankara