In pubblicazione il 31 DIC 2015

Neve sulle Alpi il 2 gennaio. Neve anche in pianura?

Il responso odierno dei modelli più accreditati


Fonte Immagine: grannymmountain.blogspot.com

 

La  intensa perturbazione atlantica in arrivo nella giornata di sabato 2 gennaio, porterà piogge su tutto il Centronord, Sardegna e Campani, anche abbondanti su Levante Ligure e Toscana (Genova 18 mm, Firenze 18 mm).

Deboli invece le piogge nella pianura padano-Veneta. Ad esempio le medie d'ensemble di 20 previsioni del modello  europeo ECMWF prevedono per Milano appena 8 mm in 24 ore.

Quasi certe le nevicate sulle Alpi a quota tra 500 e 1000 metri, con accumuli modesti sulle Alpi centro-orientali (non più di 10 cm), 15-20 cm invece su Alpi Piemontesi e Val d'Aosta. Non sono invece previste nevicate sull'Appennino perché qui la quota neve il 2 gennaio sarà oltre 1600 metri.

Potrà nevicare anche in pianura sulla Val Padana, come sembrava dalle proiezioni dei giorni passati?

Ebbene sì! In particolare è prevista neve sulla Val Padana occidentale tra le ore 10 e 13 del 2 gennaio (fig.2). Il dettaglio spaziale sembra indicare che sia coinvolta tutta  la pianura piemontese, IL Milanese, Pavese, Lodigiano (Fig.3).


Ma vi sono veramente le condizioni idonee per le nevicate in pianura sulle aree appena citate?

Ebbene  (ad oggi!)  si!

Infatti il livello dello zero gradi su tali aree è previsto intorno 750 m s.l.m. tra le 10 e le 13 del 2 gennaio (fig.4) e sia a Torino che a Milano sono previste precipitazioni tra le 10 e le 13 del 2 gennaio, anche se appena 2.3 cm (fig.5, media di ensemble di 20 previsioni).

La nevicata, per gli stessi motivi,  dovrebbe insistere anche tra le 13 e le 16 (fig.6) su Milanese, Bergamasco, Pavese, Cremonese, Lodigiano, Alessandrino.

Stiamo viaggiano però… sul filo del rasoio. Basta una modesta variazione nelle prossime proiezioni di temperatura e di precipitazioni perché…la nevicata sfumi!



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

l secondo freddo alle ore 22.00 del 19 novembre
18 NOV
Ecco dove e quando. Aggiornamento di sabato mattina
18 NOV
Un’area depressionaria, in arrivo sul Mediterraneo occidentale attiverà temporali e venti di burrasca in arrivo sulle regioni centro-meridionali
18 NOV
Scossa di magnitudo 4.0 in una zona nota
18 NOV
Atteso un picco di 120 centimetri
18 NOV
La città nuovamente colpita dal maltempo
17 NOV
Una perturbazione seguita da aria fredda è in evoluzione dall'Egeo verso ovest: oltre 100-150 mm di accumulo