In pubblicazione il 21 LUG 2016

Niña: arriverà o no in autunno?

Il parere del Servizio Meteo Australiano


Fonte Immagine: BOM

 

Il BOM (Bureau Of Meteorology) è il centro meteo accreditato nel campo dell'ENSO (El Niño Southern Oscillation) perché le più intense modifiche climatiche apportate dal fenomeno - anomalo surriscaldamento (Niño)  o raffreddamento (Niña) delle acque superficiali del Pacifico tropicale compreso tra le coste orientali dell'Australia e quelle del Perù-Cile  - si verificano appunto in Australia.

Ecco allora il bollettino appena diffuso  2 giorni fa dal BOM circa la data di arrivo della Niña, che fino ora era stato data quasi per certo nel prossimo autunno:

Nella regione tropicale dell'Oceano Pacifico le recenti prospettive dei modelli indicano una ridotta possibilità di La Niña nel 2016. E' pur vero che la maggior parte dei modelli climatici  indicano che l'Oceano Pacifico centrale continuerà a raffreddarsi, ma solo il 25% dei modelli prevede valori di Niña già in autunno. Le recenti osservazioni di nuvolosità, alisei e  Southern  Oscillation Index (SOI) mostrano pochi cambiamenti rispetto  alla  situazione di "neutralità" (né Niño né Niña n.d.r.).


Sulla base di  tali osservazioni, combinate con le prospettive indicate dai modelli climaticii, il BOM Bureau pone l'"orologio" della Nina ancora su "watch" (mappa di copertina)  ovvero la probabilità di formazione di La Niña nel 2016 rimane del 50%.

Quindi ad oggi rimane incerta una possibile influenza della Niña sul clima dell'inverno prossimo (n.d.r.).



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci
Tags: 

ULTIMI ARTICOLI

23 OTT
Un cambio di rotta sul continente che tutti aspettavamo con tanta ansia. Massime a singola cifra
23 OTT
Venti di favonio ed un contesto già mite potrebbero costituire un mix esplosivo per il Nord Italia
Mercoledì 24: forti correnti settentrionali in quota sul versante Nord alpino; alta pressione sopravvento e bassa sottovento alle Alpi; forti venti da Nord ovest al suolo
23 OTT
Un effetto dell’arrivo di un nuovo nucleo freddo a ridosso delle Alpi
23 OTT
Ancora elevata criticità sui versanti settentrionali della #Calabria Ionica e della #Sicilia tirrenica
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica