In pubblicazione il 30 OTT 2017

Per Ognissanti un po' di freddo ma ancora poche piogge

Un po' di nuvole al Sud, ma con poche piogge, mentre nel resto d'Italia il sole avrà la meglio; temperature ovunque in calo


Fonte Immagine: Pixabay

 

Fino a mercoledì 1 novembre non vedremo grossi cambiamenti nella situazione meteo, che in Italia sarà ancora dominata da correnti relativamente fredde e asciutte. Quindi ci attendono giornate piuttosto ventilate e con temperature quasi dappertutto in diminuzione, in generale normali per gli inizi di novembre: un po' di freddo insomma si farà sentire, ma non sarà nulla di eccezionale, semplicemente dopo alcune settimane insolitamente miti torneremo ad allinearci con il calendario (e con il clima giusto per la stagione). Continuerà però la fase estremamente siccitosa, specie al Centronord: al Sud e Isole infatti insisteranno un po' di nuvole che a tratti porteranno anche qualche piovasco su Calabria, Sicilia e Sardegna, mentre al Centronord il tempo rimarrà in prevalenza soleggiato e la pioggia sarà la grande assente. Insomma, per Ognissabti e per la notte di Halloween potremo lasciare a casa l'ombrello mentre un maglioncino tornerà senz'altro utile.


Quanto dovremo attendere ancora per l'arrivo di una piovosa perturbazione capace di portare un po' di sollievo alla sete del nostro territorio? le prospettive purtroppo non sono rosee: secondo le proeizioni dei modelli infatti per tutta questa settimana il tempo rimarrà in generale asciutto, e anche nella seconda parte della settimana potremo fare a meno dell'ombrello, con il sole che non avrà problemi a ritagliarsi ampi spazi. Le cose potrebbero finalmente cambiare proprio tra la fine di questa settimana e gli inizi della prossima: le proiezioni a medio-lungo termine infatti danno qualche chanches a una perturbazione che tra la fine di domenica 5 e la giornata di lunedì 6 potrebbe riportare piogge diffuse e degne di nota su gran parte del Nord Italia. Potrebbe essere l'inizio di una fase più piovosa che però, al momento, sembra destinata a interessare solo le regioni settentrionali, lasciando il resto del Paese all'asciutto. In ogni caso si tratta di proiezioni di lungo periodo e ciò significa che per quanto questo sia lo scenario più probabile tra i tanti possibili, l'affidabilità di tale proiezione rimane relativamente bassa e andrà confermata con le prossime simulazioni dei computer.



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

19 MAG
Fenomeni più probabili al Centro Nord, qualche spazio sereno in più al Sud
Lingua di aria calda alla quota di 1500me di origine Nord africana il 29 maggio
19 MAG
Possibile un recupero termico entro la fine del mese con 2 incursioni dell’Africano?
18 MAG
L’alta pressione proverà a raggiungere la Penisola, ma il caldo intenso resterà ben lontano
18 MAG
Tra il 22 ed 24 maggio temperature in aumento, ma 40 gradi assolutamente no!
18 MAG
Piogge su gran parte del Centronord
17 MAG
12°C a Catania e 60 mm di pioggia
15 MAG
Lazio, Campania, basso Tirreno  a rischio forti temporali