In pubblicazione il 24 GIU 2015

Ondata di caldo in arrivo. Aggiornamento del 24 giugno

Più pessimistica la prognosi della calura


Fonte Immagine: Col. Mario Giuliacci

 

Le proiezioni odierne dei modelli fisico matematici più accreditati, compreso, il nostro, vedono un quadro più fosco per quanto riguarda l'imminente ondata di caldo che dovrebbe iniziare sulla penisola intorno al 30 giugno-1 luglio, per l'arrivo del rovente anticiclone Nord africano (fig.1).

Innanzitutto l'ondata interesserà, quasi simultaneamente tutta la penisola e non soltanto il Centronord, come sembrava una settimana fa (fig.2).

In secondo luogo la calura si manterrà all'apice dal 2 al 6 luglio (vedi le 3 tabelle) - ovvero per  un numero maggiore di giorni  rispetto a quanto previsto - con massima calura in assoluto il giorno 3 luglio quando la media delle temperature massime sarà di 33 gradi al Centro ( 3 gradi in più rispetto ad una settimana fa) e 32 al Nord ( 1 grado in più rispetto ad una settimana fa), e al Sud ( 3 gradi in più).


Tenuto conto che  secondo "la legge statistica normale" le temperature massime tendono ad addensarsi intorno al valore medio con una probabilità dl 70% che i valori differiscano dala media di uno scarto medio  (deviazione standard)di ± 2°C, allora per il giorno 3 luglio sono da prevedere temperature massime tra 30-34 gradi al Nord e al Sud e Isole, con qualche punta locale di 35-36 gradi per efeftto di fattori locali gradi; 31-35 al Centro, con qualche punta locale di 36-37 gradi per fetto di fattori locali. Ovviamnete i valori più elvati (quelli superiori a 33-34 gradi) verranno osservati solo nelle zone interne della penisola e abbastanza lontane delle coste ( più di 25-30 km) 

Nella ultima tabella sono appunto riportate le temperature massime previste per il giorno 3 luglio sui Capoluoghi di provincia



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

23 OTT
Un cambio di rotta sul continente che tutti aspettavamo con tanta ansia. Massime a singola cifra
23 OTT
Venti di favonio ed un contesto già mite potrebbero costituire un mix esplosivo per il Nord Italia
Mercoledì 24: forti correnti settentrionali in quota sul versante Nord alpino; alta pressione sopravvento e bassa sottovento alle Alpi; forti venti da Nord ovest al suolo
23 OTT
Un effetto dell’arrivo di un nuovo nucleo freddo a ridosso delle Alpi
23 OTT
Ancora elevata criticità sui versanti settentrionali della #Calabria Ionica e della #Sicilia tirrenica
22 OTT
Ecco le temperature massime raggiunte quest'oggi
22 OTT
In 50 minuti tre scosse di magnitudo oltre il sesto grado
22 OTT
Una fenomenologia sempre più accentuata dal riscaldamento globale ormai fuori da ogni logica