In pubblicazione il 20 GIU 2016

Ondata di caldo da giovedì 23 sull'Italia

Ecco come, dove e quando… Aggiornamento di lunedì 20 giugno


Fonte Immagine: wordpress.com

 

Sui Balcani è ora presente una bolla d'aria rovente (fig.1) causata dalla lunga permanenza di un'alta pressione su tale area.

A partire da giovedì 23 l'alta pressione ora centrata sul Baltico si spingerà di nuovo fino ai Balcani, sospingendo in tal modo l'aria rovente balcanica verso il Centronord dell'Italia, con massimo coinvolgimento delle regioni adriatiche, più direttamente investite dalle correnti balcaniche(fig.2 ).

 Il Meridione in questa fase non verrà  interessato perché sotto la protezione di un debole vortice di bassa pressione centrato in prossimità della Sicilia (fig.3).

 Giovedì 23 le temperature massime al Centronord saranno compresi tra 28 gradi, valori normali per giugno e 32-33 gradi( Fig.4 ). Sempre giovedì le temperature massime raggiungeranno i valori più elevati  sulla Toscana, per il riscaldamento  subito dalle correnti nelle caduta sottovento all'Appennino tosco-emiliano.

L'apice del caldo  verrà raggiunto tra  venerdì 24 e sabato 25  (figg.5 e 6 ) quando le temperature massime raggiungeranno valori di 33-35 gradi su Venezie, regioni di Nordest, Toscana, Lazio, Marche, Puglia.


Le regioni di Nordovest e la Sardegna in questa fase saranno le meno coinvolte dal flusso caldo balcanico.

Tra domenica 26 e lunedì 27 le temperature massime al Centronord scenderanno fino ai valori normali previsti per questo periodo dell'anno (27-28 gradi) per l'arrivo di più fresche correnti atlantiche.

Tra domenica 26  e martedì 28 l'ondata di caldo si sposterà invece al Sud e sulle Isole.

Se volete il dettaglio locale per le temperature cliccate  QUI



Fonte Articolo: Col. Mario Giuliacci

ULTIMI ARTICOLI

20 FEB
Ancora molti giorni in ostaggio di un possente dell’anticiclone
18 FEB
Fitti banchi di nebbia e più nubi lungo i settori Tirrenici. Aumenta l'umidità nei bassi strati
Temperature.a1500m il 23 febbraio
18 FEB
Dal molto caldo al molto freddo 
20 FEB
L'aeroporto era già stato chiuso in parte questa mattina
19 FEB
La situazione peggiorerà nei prosismi 2 giorni
17 FEB
Diverse le alluvioni lampo negli ultimi mesi nel Paese